Cronaca
#salviamosalavenezia

La Sala Venezia è (per il momento) salva, rinviato di un anno lo sfratto

Prorogato di un anno il contratto della balera nel cuore di Milano.

La Sala Venezia è (per il momento) salva, rinviato di un anno lo sfratto
Cronaca Milano, 06 Aprile 2021 ore 15:35

E' stato rinviato di un anno lo sfratto della Salva Venezia, la storica e nota balera nel cuore di Milano.

Lanciata una raccolta firme

Pochi giorni fa era stata lanciata una raccolta firme per salvare la Sala Venezia sulla piattaforma di petizioni change.org. Si legge:

"Salviamo la Sala Venezia, Circolo Combattenti e Reduci, uno dei luoghi più rappresentativi della storia e della cultura di Milano, punto di aggregazione nel quartiere di Porta Venezia: questa meravigliosa realtà ha ricevuto dall’Agenzia del Demanio uno sfratto da eseguire l’8 aprile 2021 per essere trasformata in un archivio.

Il Circolo, frequentato dagli anziani sin dal secondo dopoguerra, è diventato con l'arrivo di Antonio di Furia negli anni ‘80, uno spazio di ritrovo e di incontro tra diverse generazioni.

Nonni e nipoti, famiglie, bambini, gruppi di amici, ma anche artisti e volti noti del panorama culturale italiano sono la colorata “famiglia” della Sala Venezia: un luogo nato per far sorridere le persone, dove giocare a carte e a tombola, bere un caffè, pranzare e cenare in compagnia, e soprattutto ballare, dal liscio al boogie woogie, dal lindy hop ai balli di gruppo.

Milano non può perdere un luogo così prezioso per la città e i suoi abitanti: per questo chiediamo il vostro aiuto per sensibilizzare l’Agenzia del Demanio nella persona del Direttore Regionale Ing. Luca M. Terzaghi, la Questura di Milano nella persona del questore Giuseppe Petronzi, la Regione Lombardia nella persona del Presidente Attilio Fontana e il Comune di Milano nella persona del sindaco Beppe Sala.

#salviamolasalavenezia"

La petizione nel giro di pochi giorni ha raccolto più di 16mila firme. CLICCA QUI PER FIRMARE

Molti sono i cittadini legati affettivamente e storicamente a questa balera, tra i commenti si legge infatti

"Se a pagarne il prezzo sarà sempre la storia, rimarremo fra non molto privi di memoria." e anche "Non si può privare la città di uno dei pochi luoghi che unisce le generazioni."

L'appello di Arisa

Tra i Vip che hanno chiesto ai fan di firmare la petizione e salvare Sala Venezia c'è Arisa, che su Instagram l'ha definita come "uno dei luoghi più rappresentativi della storia e della cultura di Milano, punto di incontro tra giovani e anziani" postando anche alcuni scatti di qualche serata danzante milanese proprio alla balera.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arisa (@arisamusic)

 

Rinviato lo sfratto della Sala Venezia

Il sindaco Beppe Sala ha dato conferma del rinvio, concordato con demanio, Prefettura e Questura, dichiarando che si lavorerà insieme per trovare una soluzione che tuteli i diritti di tutti.

Anche Massimo Scarinzi, assessore al Commercio, Attività Produttive e Lavoro del Municipio 3, ha commentato con gioia la notizia del rinvio dello sfratto:

“La proroga di un anno del contratto della Sala Venezia è una splendida notizia per il nostro Municipio. Dobbiamo ringraziare il sindaco Sala e la collaborazione di Prefettura, Questura e Demanio, che hanno trovato una soluzione ragionevole per questo locale che è un punto di aggregazione fondamentale per Porta Venezia e per Milano. Lavoreremo nei prossimi mesi perché si possa trovare una soluzione definitiva”.