Politica
è polemica

Sgomberato (di nuovo) il tunnel in Stazione Centrale ma per l'opposizione un "intervento spot" non basta

L'Assessore Granelli: "Continueremo con determinazione a tutela del quartiere e della dignità e incolumità di queste persone". 

Sgomberato (di nuovo) il tunnel in Stazione Centrale ma per l'opposizione un "intervento spot" non basta
Politica Milano, 26 Gennaio 2022 ore 10:05

Nella giornata di ieri nel tunnel vicino alla Stazione centrale è stata attuata un'opera di pulizia dei marciapiedi e Servizi sociali e Polizia locale hanno invitato i senza fissa dimora lì presenti a spostarsi nelle località attrezzate e pulite. L'Assessore Granelli: "Continueremo con determinazione a tutela del quartiere e della dignità e incolumità di queste persone".

Gli interventi dei Servizi sociali e della Polizia locale

Invitare chi occupa gli spazi di passaggio con materassi, tende, coperte e rifiuti sparsi a usare i centri messi a disposizione dall'Amministrazione con il Piano freddo e consentire l'uso dei marciapiedi da parte dei cittadini: in questa direzione vanno gli interventi dei Servizi sociali e della Polizia locale che, nelle scorse settimane, si sono avvicendati nei tunnel sotto i binari della Stazione Centrale.

Dopo gli interventi di dicembre, non è mancata la costante presenza dell'Amministrazione comunale nei tre tunnel Sammartini, Mortirolo e Lumiere. Con passaggi continui come quello di ieri mattina - 25 gennaio 2022 - della Polizia locale (durante il quale i marciapiedi sono stati ripuliti da spazzatura e vetri rotti) si ricorda alle persone senza fissa dimora accampate al freddo, tra la sporcizia e le auto parcheggiate o in corsa sulla carreggiata, che la permanenza non è consentita e che potrebbero essere allontanate nel rispetto della loro dignità e incolumità e per consentire l'utilizzo delle aree da parte di tutti i cittadini.

"Purtroppo molti senza dimora persistono a rimanere nei tunnel - dichiara Marco Granelli assessore alla Sicurezza - e in alcuni casi il rischio non è solo il freddo ma anche i diverbi, i furti, le risse, l'abuso di alcol e droga. Stamattina gli agenti di Polizia locale hanno dovuto sedare una lite tra due persone e uno dei due contendenti ha dovuto ricorrere alle cure dell'ambulanza. Deve essere chiaro a tutti che continueremo a intervenire, con la giusta determinazione, perché le persone abbiano un'accoglienza dignitosa e sicura, e nello stesso tempo i marciapiedi vengano liberati e i cittadini che abitano il quartiere possano poter andare a casa, a scuola, nei negozi e al lavoro. Nessuno però può pensare che la soluzione sia continuare a vivere al freddo, in condizioni igieniche critiche, nell'insicurezza e per questo noi vogliamo agire".

LEGGI ANCHE: Grazie a Oipa Milano nasce il progetto di assistenza veterinaria gratuita per gli animali dei senza fissa dimora

Sul posto anche Servizi sociali

Durante i passaggi dei Servizi sociali comunali, gli operatori propongono soluzioni e percorsi alternativi, invitando a servirsi dei posti letto messi a disposizione dal Comune e dagli enti del Terzo settore in città con il Piano freddo, in particolare nel mezzanino della Stazione Centrale - vicinissimo ai tunnel. Tutte soluzioni dignitose, al coperto e pulite. Le unità mobili del volontariato milanese hanno fornito, in queste settimane, costante assistenza, dando informazioni sui servizi e invitando i senza dimora a rivolgersi al Centro Sammartini, in via Sammartini 120, punto d'accesso unico per tutte le strutture della città.

La replica dell'opposizione

Una situazione ben diversa è invece dipinta dall'opposizione:

 “La ricostruzione dell'assessore Granelli sui costanti interventi della Polizia Locale sotto i tunnel della Centrale cozzano evidentemente con la realtà dei fatti. Le sono due: o la Polizia Locale non è più passata, come denunciano da settimane i cittadini, o ha transitato senza intervenire, sarebbe il caso addirittura più grave e frutto di una chiara volontà politica dell'Assessore di lasciare le cose come sono. Scelga Granelli e ci dica qual è la tesi ufficiale del Comune”. Lo dichiara Samuele Piscina, consigliere comunale della Lega.

“Le immagini che abbiamo visto in questi giorni sono l'emblema della trascuratezza dei problemi e della città, con bivacchi, tende e materassi stanziali sui marciapiedi. Un vero e proprio salottino che Granelli ha fatto finta di non vedere. Non è sufficiente svolgere un intervento spot giusto perché ieri sera il sottoscritto ha tirato le orecchie all'Assessore e al Sindaco Sala. Peraltro, l'operazione è stata realizzata sotto un solo tunnel su un totale di cinque occupati e, dopo il passaggio di Amsa, gli occupanti hanno riposizionato i loro averi esattamente come in precedenza. Per questo chiedo nuovamente ea gran voce le dimissioni di un assessore, Granelli, solo di facciata, che non si occupa in modo adeguato dei problemi della città ma nasconde la polvere sotto i tappeti”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter