Cronaca
addio all'avvocato-partigiano

Anpi, è morto il presidente onorario Carlo Smuraglia

L'Anpi provinciale di Milano fa sapere che "probabilmente lo saluteremo venerdì mattina alla Casa della Memoria alle ore 11 in via Confalonieri 14".

Anpi, è morto il presidente onorario Carlo Smuraglia
Cronaca Milano, 31 Maggio 2022 ore 12:25

Si è spento oggi a Milano all'età di 99 anni il presidente emerito Anpi. Nato ad Ancona nel 1923, avrebbe compiuto 99 anni il prossimo agosto.

Addio partigiano Smuraglia

MILANO - E' scomparso questa mattina a Milano il presidente onorario dell’Anpi, avvocato ed ex parlamentare. Nato ad Ancona nel 1923, avrebbe compiuto 99 anni il prossimo agosto.

Carlo Smuraglia: Chi era

Studente universitario in giurisprudenza a Pisa, nel 1944 si unisce alla Resistenza contro il nazifascismo e si arruola come volontario nel gruppo di combattimento 'Cremona' alle dipendenze operative dell'Ottava Armata britannica, con cui prosegue la guerra sul fronte adriatico fino a Venezia fino alla fine della guerra. Poi la professione di avvocato e la cattedra come professore di Diritto del lavoro nelle università di Milano e Pavia. L'ingresso in politica con il Pci e i Ds, l'elezione a senatore e quindi - dal 2011 al 2017 - la presidenza dell’Anpi.

Lo annuncia L'Anpi provinciale di Milano

"Con immenso dolore annunciamo la scomparsa del nostro Presidente emerito Carlo Smuraglia. Il suo nome resterà nella storia di questo Paese per l'appassionata partecipazione alla Resistenza, lo strenuo impegno per la piena attuazione della Costituzione, dei diritti, della democrazia. Tutta l'ANPI, nel ricordare l'umanità, la sapienza e la forza con cui Carlo ha presieduto l'Associazione, si stringe al dolore della moglie Enrica, dei figli e dei nipoti". Così l'Anpi nazionale comunica la scomparsa di Carlo Smuraglia, presidente onorario.

L'ultimo saluto probabilmente alla Casa della Memoria

L'Anpi provinciale di Milano fa sapere che "probabilmente lo saluteremo venerdì mattina alla Casa della Memoria alle ore 11 in via Confalonieri 14".

Il sindaco Sala: il suo impegno per libertà lascia segno nella storia di Milano

Tante le reazioni nel mondo della politica milanese alla scomparsa di Carlo Smuraglia, in particolare nella sinistra. Primo fra tutti proprio il primo cittadino della città Medaglia d'oro della Resistenza:   "La scomparsa di Carlo Smuraglia, presidente onorario Anpi nazionale, è una triste notizia per Milano e per il Paese. Il suo impegno per la libertà e la democrazia, per la difesa dell’uguaglianza e dei diritti, lascia un segno nella storia della nostra città.  Mi dispiace molto, io c’ero molto affezionato e ho veramente sempre apprezzato il suo impegno, la sua dirittura morale e il suo coraggio. Ha sempre preso posizioni autonome, pensate e chiare”, così il sindaco Giuseppe Sala ha commentato la scomparsa del presidente onorario dell’Anpi.

“Ricordo tra l’altro che c’è ancora il suo nome e il suo ritratto in Città Metropolitana. È stato presidente del Consiglio regionale lombardo e quindi anche un politico importante, al di là del ruolo, poi in rappresentanza e dell’Anpi. Una persona a cui portavo molto affetto”, ha concluso.

Pisapia: Ha dedicato la vita ai valori della Costituzione

"Carlo Smuraglia ha dedicato la vita ai valori della Resistenza e della Costituzione. Lo ha fatto da partigiano e nelle istituzioni, da avvocato, da membro del Parlamento e al Csm fino alla presidenza dell'ANPI. La sua scomparsa è una grave perdita per i tanti che come me lo hanno conosciuto e apprezzato". Lo scrive su Facebook l'ex sindaco di Milano ed europarlamentare Pd Giuliano Pisapia.

Roggiani (PD): Non dimenticheremo i suoi insegnamenti

“Ci ha lasciato Carlo Smuraglia. Con lui perdiamo un grande uomo, giurista, partigiano, antifascista, già parlamentare e presidente onorario dell’Anpi. Mancherà tantissimo a tutte e tutti. Smuraglia è stato un vero politico tenace, carismatico e dalla grande statura morale. Testimone della Resistenza ha sempre lavorato per il bene del nostro Paese. Un pezzo della nostra storia che se ne va. Siamo vicini alla famiglia e ai suoi cari. Non dimenticheremo mai i suoi insegnamenti”. Così la segretaria metropolitana del PD milanese Silvia Roggiani.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter