Cronaca
So.De

A Milano nasce la prima piattaforma di consegne online che tutela il lavoro dei rider

"Un nuovo progetto di innovazione sociale - spiegano i promotori - che garantisce ai rider un contratto equo, una formazione adeguata e tutto l’equipaggiamento che gli serve".

A Milano nasce la prima piattaforma di consegne online che tutela il lavoro dei rider
Cronaca Milano, 24 Marzo 2021 ore 13:07

A Milano, grazie al contributo di oltre 500 donatori, nasce So.De il primo delivery sociale, solidale e sostenibile. La raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal Basso, nell’ambito del Crowdfunding Civico del Comune di Milano, ha superato la cifra 25mila euro, alla quale si aggiungono 37.500 euro, una somma donata dall’Amministrazione milanese che corrisponde al 60% dei fondi grazie a cui il progetto potrà partire:

"So.De - spiegano i promotori - è un nuovo progetto di innovazione sociale, che attraverso una piattaforma online, permette di ordinare a domicilio una cena, un libro, una pianta o prodotti locali garantendo ai rider un contratto equo, una formazione adeguata e tutto l’equipaggiamento che serve per svolgere il servizio".

Social Delivery, consegne a domicilio a tutela dei rider

Si chiamerà So.De, diminutivo di Social Delivery, la nuova piattaforma online di consegne a domicilio che tiene alla tutela delle condizioni lavorative dei rider. Il progetto nasce dalla constatazione che, a causa della pandemia e del lockdown, nell’ultimo anno i servizi di delivery si sono diffusi sempre più, ma utilizzarli crea spesso scrupoli morali date le dure condizioni di lavoro a cui sono costretti i rider dai grandi operatori del settore: i costi di consegna sono molto bassi o pari a zero e i cui contratti sono senza tutele e assicurazioni adeguate.

Una situazione da sempre ben nota dall'opinione pubblica, ma che era stata messa sotto la lente d'ingrandimento dopo la maxi-inchiesta condotta dai carabinieri per la tutela del lavoro che ha posto alla luce le condizioni di “schiavismo” a cui sono sottoposti migliaia di rider, dipendenti delle principali società di consegna di cibo a domicilio, in un’epoca storica in cui, quest’ultime, sono diventate molto richieste e importanti. I militari dell'Arma avevano così sancito l’obbligo di assumere 60mila fattorini e multe per 733 milioni di euro per mancata sicurezza.

Come funziona So.De

Una startup nella quale sarà possibile acquistare i prodotti dei negozi di quartiere, librerie indipendenti, ristoranti, botteghe artigianali. Su www.so-de.it sarà possibile calcolare in modo equo il costo effettivo della consegna per un rider con un contratto subordinato e le giuste tutele e ogni cliente potrà decidere se pagare quella consegna al costo di mercato o se avvicinarsi al “costo equo effettivo” pagando un po’ di più ma liberamente.

Ognuno dei 500 donatori potrà ricevere 'una ricompensa' in cambio del suo sostegno: una maglietta, una cena con spettacolo teatrale, un massaggio, una lezione di fitness, un laboratorio di cucina, una degustazione di birre, drink, una bicicletta Rossignoli e anche opere di artisti che sostengono il progetto.

Tutti i ristoranti, i negozi e le botteghe artigiane possono entrare a far parte del nuovo social delivery, avanzando la loro candidatura sul sito che al momento è ancora in costruzione. C’è tempo per donare ancora fino al 28 marzo al link https://www.produzionidalbasso.com/project/so-de-il-delivery-sociale/.

Al momento è stata raggiunta la somma di 27.226 euro, che ha superato l'obiettivo prestabilito di 25mila euro. I fondi raccolti dalle donazione del crowdfunding serviranno per:

  • sviluppare la piattaforma digitale dove ordinare gli acquisti;
  • assumere i primi 2 rider e attivare 2 tirocini;
  • acquistare l’equipaggiamento necessario per lavorare in sicurezza;
  • confezionare il packaging riciclabile ed eco-friendly;
  • ampliare la rete di ristoranti, botteghe e artigiani locali che aderiranno alla piattaforma e costruire nuove partnership.

L'ideazione del servizio

So.De è ideato da Rob de Matt, il cafè – bistrot che coniuga integrazione sociale e cucina di qualità, e da Meraki - Desideri Culturali, associazione che si occupa di partecipazione culturale, due realtà che insieme hanno la capacità e la forza di creare progetti innovativi, mettendo in connessione persone, risorse e territori, affrontando le sfide del presente.

Stampe, quadri, serigrafie, illustrazioni, fotografie di GGT, Nabla e Zibe, 2501, Luca D’Urbino, Guido Borso, Solomostry Primo partner ufficiale di So.De è Rossignoli, storica azienda milanese di biciclette, che contribuirà al progetto donando le bici da trasporto che verranno utilizzate per le consegne e sarà coinvolta nelle formazioni rivolte ai rider sulla manutenzione della bicicletta, per imparare a prendersene cura e fare le piccole riparazioni quotidiane.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter