A partire da oggi

Milano, riaprono le collezioni permanenti dei musei civici: ecco dove

Da oggi, riaperte le porta al pubblico al Castello Sforzesco, all'Acquario Civico e alla GAM | Galleria d'arte moderna.

Milano, riaprono le collezioni permanenti dei musei civici: ecco dove
Cultura Milano, 16 Febbraio 2021 ore 12:47

Riaprono le collezioni permanenti dei poli museali civici a Milano. A partire da oggi, martedì 16 febbraio 2021, sarà possibile tornare a visitare le opere in esposizione al Castello Sforzesco, all'Acquario Civico e alla GAM|Galleria d’Arte Moderna.

Collezioni permanenti dei musei: ecco dove riaprono

A partire dalla giornata di oggi, martedì 16 febbraio 2021, a Milano riapriranno le collezioni permanenti dei musei civici: aperti dal martedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 17.30, la prenotazione non è obbligatoria ma resta consigliata per evitare attese e garantirsi l’ingresso.

ECCO DOVE RIAPRIRANNO:

  • Acquario Civico (orario 10-17.30)
  • GAM|Galleria d’Arte Moderna (orario 10-17.30)

  • Palazzo Morando|Costume Moda Immagine (orario 10-17.30)
  • Palazzo Moriggia|Museo del Risorgimento (orario 10-17.30): Propone un nuovo percorso espositivo temporaneo intitolato “12 passi nel Risorgimento” e dedicato ai bambini delle scuole elementari. Realizzato dal Museo in collaborazione con il “Comitato di Milano dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano”, il percorso orienta la visita nelle sale attraverso 12 leggii, detti “pietre miliari”, che accompagnano nel viaggio tra le opere e i cimeli del museo alternando il racconto storico al gioco, in modo da rendere più accessibile e divertente la conoscenza dei personaggi e dei capolavori di quel periodo straordinario per la storia del Paese.
  • Castello Sforzesco (orario 10-17.30): Nuovi percorsi dedicati ai visitatori più piccoli (6-10 anni) realizzati nei Musei del Castello, tra cui un percorso speciale, ampliato e aggiornato, dedicato ai bambini nella Pinacoteca del Castello. Il lavoro di cura, conservazione, studio e restauri dell’ultimo anno ha consentito anche di ripensare parte del percorso espositivo dei Musei del Castello, arricchendolo con opere recentemente acquisite: le sale XVI, XVII e XVIII del Museo dei Mobili e delle Sculture Lignee, ad esempio, presentano nuovi allestimenti con intere sezioni ripensate intorno ai nuovi capolavori; mentre in Pinacoteca viene esposta, nella sala XX dedicata alla cultura gotica lombarda, una tavola raffigurante Sant’Agostino di Michelino da Besozzo, uno dei principali protagonisti del gotico internazionale".

  • Museo Archeologico (orario 10-17.30): Aperta la mostra "Sotto il cielo di Nut. Egitto divino", che consente ai visitatori di entrare nel mondo del divino in Egitto attraverso 150 opere tra sculture, rilievi votivi, sarcofagi, mummie ed elementi del corredo funerario che accompagnava il defunto.

Una settimana speciale dal 2 marzo

TI POTREBBE INTERESSARE: Quali mostre e musei riaprono a Milano dal 9 febbraio con la zona gialla

Il 2 marzo 2021, infine, si aprirà una settimana speciale dedicata all’apertura del sistema museale cittadino, in concomitanza con Milano Museo City, che vedrà protagonisti il Museo del Novecento e il Museo di Storia Naturale, con riallestimenti e nuove sezioni, e Palazzo Reale che inaugurerà “Le signore dell’Arte. Storie di donne dal 500’ al ‘600”, una grande produzione dedicata alle artiste vissute in quel periodo: Artemisia Gentileschi, Sofonisba Anguissola, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Fede Galizia, Giovanna Garzoni, e molte altre ancora.

Il Duomo di Milano riapre le porte

TI POTREBBE INTERESSARE: Il Duomo di Milano riapre dopo tre mesi: visitatori (e vip) già in fila

Da giovedì 11 febbraio 2021, il Duomo di Milano ha riaperto finalmente le porte al pubblico. Dalle 10 alle 18 sarà possibile tornare a visitare il complesso monumentale, perdersi fra le navate, salire sulla terrazza dalla quale si domina la città e scendere nel sottosuolo per visitare il battistello. Un segnale di speranza per la città, come ha sottolineato monsignor Borgonovo, arciprete del Duomo:

“Per Milano vedere il Duomo riaperto, anche per turisti non interessati alla vita religiosa ma alla storia dell’arte, segna una rinascita”.