precipitata nel vuoto

Cade dalla finestra mentre pulisce i vetri, morta un'altra colf a Milano

E' la seconda persona che a Milano muore nelle medesime circostanze nel giro di pochi mesi, la terza in due anni.

Cade dalla finestra mentre pulisce i vetri, morta un'altra colf a Milano
Cronaca Milano, 29 Giugno 2021 ore 10:29

E' successo ancora: una donna di 35 anni è precipitata dal quarto piano di un palazzo mentre lavava i vetri di casa. Lo schianto è stato fatale e per lei non c'è stato nulla da fare.

Vittima un'altra colf caduta dal balcone

Aveva 35 anni, era originaria delle Filippine ma da anni viveva regolarmente in Italia, dove faceva la collaboratrice domestica. Il suo corpo è stato ritrovato a terra irrimediabilmente lesionato, dopo un volo nel vuoto di circa 15 metri. Secondo una prima ricostruzione di quanto successo la 35enne sarebbe caduta dal quarto piano di un palazzo, situato nel centro di Milano, avrebbe perso l'equilibrio mentre puliva i vetri su una scala precaria e sarebbe precipitata fuori dalla finestra, atterrando nel cortile interno dell'immobile.

Nessuno in casa

A dare l'allarme sarebbero stati alcuni vicini: nella casa dove la giovane lavorava pare che al momento dell'incidente non ci fosse nessuno.

Aperto un fascicolo per omicidio colposo

Il pubblico ministero incaricato del caso, Francesca Crupi, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti affidando le indagini ai Carabinieri. In base alle prime informazioni la colf avrebbe rivolto la scala verso la finestra aperta mentre era intenta a pulire i vetri quando, per cause ancora da chiarire, avrebbe per l'equilibrio cadendo rovinosamente a terra.

LEGGI ANCHE: 57enne cade dal quarto piano e muore. Incidente? Probabilmente, ma non tutto torna (per ora)

Non è il primo caso

Purtroppo di episodi del genere nella metropoli meneghina ne sono già avvenuti in passato: a inizio aprile infatti un uomo di 57 anni, anch'egli filippino d'origine, è deceduto nel medesimo modo. Caduto in terra mentre puliva i vetri di un appartamento nel centro città. In quel caso, seppur l'episodio fosse stato classificato come indicente, c'erano comunque degli elementi sospetti che non collimavano con l'idea di un tragico fato, come il fatto che l'uomo sia precipitato alle 20.30 di sera, insolito orario per le pulizie domestiche, e che non sia stata trovata alcuna traccia di sangue accanto al corpo. (CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTA LA STORIA)

Due anni fa, nell'agosto 2019, anche una donna di 54 anni, filippina, era caduta dal terzo piano di uno stabile in via Cesare Battisti mentre faceva le pulizie, morendo sul colpo.