Eventi
Municipio 6

Street art, a Milano nasce il Distretto del Fumetto con le storie di Diabolik

Sono sempre loro, i writers di We Run The Streets di Trezzano, gli autori delle opere d’arte che arricchiranno il Municipio 6.

Street art, a Milano nasce il Distretto del Fumetto con le storie di Diabolik
Eventi Milano Sud, 25 Marzo 2021 ore 12:49

Street art, a Milano nasce il Distretto del Fumetto con le storie di Diabolik.

Street art, a Milano nasce il Distretto del Fumetto con le storie di Diabolik

MILANO – Fumetti sui muri, realizzati grazie alla mano talentuosa degli artisti della street art. Sono sempre loro, i writers di We Run The Streets di Trezzano, gli autori delle opere d’arte che arricchiranno il Municipio 6.

Opere d’arte al Municipio 6: lo spiega il presidente del Municipio Minniti

“Dopo il successo dell’opera dedicata a Guido Crepax e a Valentina, il suo personaggio più famoso, sta prendendo forma l’idea lanciata dal Municipio 6 di realizzare un distretto che racconti Milano attraverso la storia dei comics italiani – spiega il presidente del Municipio Santo Minniti –.

Street art a Milano

Sono partiti i lavori di riqualificazione artistica di via Pesto, tra via Tolstoi e via San Cristoforo, con un nuovo murale di quasi 500 metri quadri, patrocinato dal Municipio 6, dedicato a un grande cult del fumetto: le avventure di Diabolik, ideato nel 1962 dalle milanesi Angela e Luciana Giussani, prendono vita anche sui muri della città in cui è nato”.

Il bellissimo risultato di un anno di lavoro

Street art a Milano

Un’opera che è il risultato “di un anno di lavori in collaborazione tra il Municipio 6, la Casa Editrice Astorina, fondata dall’ autrice stessa, Angela Giussani, Diabolik - Il Re del Terrore; il condominio di via Savona 97, proprietario dei muri, il MUDEC - Museo delle Culture di Milano, gli artisti di We Run the Street e gli sponsor tecnici ed economici New Lac, Consorzio Bramante e Vibrostop, azienda che ha sede proprio al di là del muro – ancora Minniti –.

Street art a Milano

La realizzazione di questa opera, finanziata interamente dagli sponsor, ci offre l’occasione di rendere attrattivo un quartiere fino a pochi mesi fa inospitale, celebrando l’arte del fumetto che rappresenta una parte importante della nostra cultura popolare”.