Voltafaccia inaspettati

L'Inter scippa Calhanoglu al Milan: il turco entra nella lista dei campioni che sono passati da una squadra all'altra

Ronaldo il Fenomeno, Baggio e Ibrahimovic: ecco i giocatori più blasonati che hanno cambiato sponda calcistica del Naviglio.

L'Inter scippa Calhanoglu al Milan: il turco entra nella lista dei campioni che sono passati da una squadra all'altra
Sport Milano, 23 Giugno 2021 ore 09:30

Hakan Calhanoglu è ufficialmente un nuovo giocatore dell'Inter. Il Club del presidente Steven Zhang ha annunciato l'acquisto del calciatore turco nel corso della serata di ieri, martedì 22 giugno 2021, dopo la tradizionale giornata di visite mediche. L'ex numero 10 del Milan passa così alla corte del nuovo mister interista Simone Inzaghi dopo essersi svincolato a parametro zero e aver firmato un contratto triennale da 4,5 milioni di euro per la prima stagione e 5 per le due successive.

L'ANNUNCIO DELL'INTER:

I calciatori che sono passati da una squadra all'altra

L'acquisto del fantasista turco da parte dell'Inter ha rappresentato un vero e proprio scippo in piena regola ai danni dei cugini milanisti. Hakan Calhanoglu, tuttavia, è solo l'ultimo giocatore in ordine di tempo ad aver cambiato sponda del Naviglio per passare da una squadra di Milano all'altra. La storia calcistica della metropoli meneghina è infatti segnata da trasferimenti di mercato che hanno visto il rossonero diventare neroazzurro e viceversa. Cambi di fronte molto spesso inaspettati e che, in alcuni casi, hanno fatto venire attacchi di crepacuore ai tifosi, inermi nel vedere i loro beniamini passare dalla parte del loro acerrimo nemico.

Ronaldo il Fenomeno

Ronaldo il Fenomeno, uno dei calciatori più iconici e amati della storia di questo sport, dopo le 5 stagioni con la maglia neroazzurra dal 1997 al 2002 e la parentesi al Real Madrid, si trasferì in rossonero nella stagione 2007 - 2008 compiendo un vero e proprio sgarbo nei confronti dei tifosi interisti che mai avrebbero pensato di poterlo vedere con la casacca dei cugini rossoneri.

Roberto Baggio

Molto probabilmente il nome del "Divin Codino" non è legato significativamente alla storia calcistica delle due squadre di Milano, tuttavia, anche Roberto Baggio rientra nell'elenco dei calciatori che sono passati "di palo in frasca". Dal 1995 al 1997 ha vestito i colori del Diavolo, mentre dal 1998 al 2000 è passato dalla parte del Biscione.

Zlatan Ibrahimovic

Il bomber svedese, insieme a Calhanoglu, è l'unico giocatore ancora in attività a indossare la divisa di uno dei due Club meneghini. Come risaputo Zlatan è stato la punta di diamante dell'Inter dal 2006 al 2009, riuscendo a vincere 3 Scudetti. Trasferitosi per una stagione al Barcellona, nell'anno in cui la squadra interista è riuscita a fare l'en plein con il Triplete, dal 2010 al 2012 Ibrahimovic si è accasato alla corte del Milan, tornando subito da vincente e aggiudicandosi uno Scudetto. Dopo 9 anni di distanza, e altrettante vittorie con Psg, Manchester United e Los Angeles Galaxy, Zlatan è tornato a Milano per chiudere in bellezza la sua carriera e riportare il Milan in cima alla classifica del campionato di Serie A.

Clarence Seedorf e Andrea Pirlo

La storia di Clarence Seedorf e Andrea Pirlo è molto simile. Entrambi accasatisi inizialmente all'Inter, tra il 2001 e il 2002 sono passati al Milan diventando due colonne portanti del Club rossonero, con cui hanno vinto ben due Champions League, e del calcio internazionale.

Christian Vieri e Mario Balotelli

Nel reparto offensivo anche Christian Vieri e Mario Balotelli sono stati due attaccanti ad aver cambiato il neroazzurro della loro maglia iniziale in rossonero. Nel suo girovagare tra le più importanti squadre di Serie A, Bobo Vieri, dal 1999 al 2005, è stato il bomber interista per eccellenza, trasferitosi poi al Milan per una singola stagione (2005-2006) e collezionando solo 8 presenze con un solo gol.

Mario Balotelli, all'Inter dal 2007 al 2010, ha fatto conoscere al mondo il suo talento grazie all'intuizione di mister Roberto Mancini. Per il Club neroazzurro è stato un tassello fondamentale nella conquista del Triplete, annata in cui, tuttavia, si è verificato lo strappo definitivo tra lui e la tifoseria del Biscione, stanca del suo atteggiamento scostante in campo. Dopo la parentesi in Inghilterra, Mario Balotelli, fin da piccolo fan del Milan, ha coronato il suo sogno trasferendosi dall'altra sponda del Naviglio.