Politica
Elezioni Regionali 2023

La consigliera civica Elisabetta Strada si schiera con Letizia Moratti alle Regionali

"Credo che il vero progetto innovativo è quello che si sta costituendo attorno alla coalizione di Letizia Moratti", dice la consigliera Strada.

La consigliera civica Elisabetta Strada si schiera con Letizia Moratti alle Regionali
Politica Milano, 21 Novembre 2022 ore 11:08

"Una scelta che non è stata facile" dice la consigliera civica Elisabetta Strada che ha deciso di schierarsi al fianco di Letizia Moratti alle prossime Elezioni Regionali.

Elisabetta Strada si schiera con Letizia Moratti

MILANO – “Le prossime Elezioni Regionali lombarde saranno di cruciale importanza. Per la prima volta in Italia abbiamo un governo di destra, direi anche di estrema destra, le cui politiche sono quanto più lontano dalle necessita e dalla sensibilità del nostro territorio e dei nostri concittadini. Anche in Europa questa stessa deriva si fa sempre più importante. I cittadini d’altro canto si stanno distaccando e disinnamorando sempre di più dalla politica e l’astensionismo è diventato quasi il più grande partito italiano”.

La decisione

Inizia così il commento della civica Elisabetta Strada sulla decisione di schierarsi, alle elezioni regionali, al fianco di Letizia Moratti. “In questo quadro che si è modificato in peggio, dobbiamo dare nuove risposte individuando nuove alleanze che vadano oltre i classici schemi e presupposti ideologici. I lombardi non credono più alle tradizionali contrapposizioni ma vogliono cercare soluzioni ai loro problemi concreti e con tempi veloci".

"È la stessa idea che ha anche portato il Pd a governare con la Lega; in quel caso si era capito che la posta in gioco era la credibilità del Paese. Ora che la Meloni è al Governo dobbiamo invece costruire una forte alleanza che vada al di là degli schemi ai quali eravamo abituati. Questo è tanto più vero se si considera che da trent’anni il centro sinistra non riesce a esprimere una proposta che la renda credibile e vincente di fronte all’elettorato”.

I perché della scelta di appoggiare Moratti

Strada prosegue: “Le coraggiose prese di posizione di Nando della Chiesa, di Alessandra Kusterman e di tanti altri esponenti della società civile di sinistra, mi hanno motivato a fare una scelta che, non lo nascondo, non è stata facile. Stimo Pierfrancesco Majorino, che mi ha anche chiesto di mettere insieme una lista civica. L’ho ringraziato di cuore, ma credo che il vero progetto innovativo è quello che si sta costituendo attorno alla coalizione di Letizia Moratti.

Come esponente della realtà civica, prima milanese e oggi lombarda sono pronta e siamo pronti a fare la nostra parte in questo nuovo quadro, favorendo ed interpretando un progetto civico riformista progressista che allarghi gli orizzonti e le prospettive dei lombardi”. Una scelta dovuta “a molti fattori – precisa la consigliera civica –. Letizia Moratti ha capacità di dialogo, autonomia dai poteri forti, con il cambio del sistema Aria e con la radicale riorganizzazione che ha impresso alla campagna di vaccinazioni, che ricordiamo tutti era in situazione drammatica col precedente assessore Gallera.

Il progetto politico e la  sua coalizione  ora si arricchirà anche del contributo della nostra esperienza civica riformista. Con lei, lavoreremo al potenziamento della sanità pubblica, una questione di equità sociale imprescindibile per questo momento storico. Per tutti questi motivi sono sicura che riusciremo a vincere”.

Seguici sui nostri canali