Economia
ecco com'è

Transazione da capogiro a Milano: 20 milioni per una casa (non così grande)

Un immobile in corso Magenta venduto a 20 milioni di euro...per 1.500 metri quadri più giardino.

Transazione da capogiro a Milano: 20 milioni per una casa (non così grande)
Economia Milano, 29 Ottobre 2021 ore 10:36

Che Milano guidi la classifica come città con le case più care del Paese non è un mistero, nè una notizia. Quello che lascia più turbati è il rapporto metratura prezzo di un immobile in corso Magenta venduto a 20 milioni di euro...per 1.500 metri quadri più giardino. Non un parco, intendiamoci, un semplice giardino. Si tratta della transazione più costosa registrata nel mercato residenziale all'ombra della Madonnina nella prima parte del 2021.

Milano: 20 milioni di euro per casa di 1.500 metri quadri

A darne notizia è l’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio delle residenze esclusive di Milano redatto da Tirelli & Partners. Secondo posto per un appartamento da ristrutturare di 480 metri quadrati in corso Venezia, venduto a 6 milioni 450mila euro. L’Osservatorio prende in considerazione solo immobili di pregio nelle cinque zone più care della città: Quadrilatero (dove la media dei prezzi di vendita per le abitazioni ristrutturate a nuovo si attesta a 15.192 euro al metro), Centro storico, Brera, Magenta e corso Venezia. A Brera-Garibaldi si superano gli 11 mila euro con prezzi massimi superiori a 15 mila. La media ponderata delle quotazioni comunque ci dice che i valori sono aumentati attorno allo 0,30% rispetto a fine 2020.

Domanda in crescita

Se possibile la domanda è ulteriormente cresciuta: insomma ci sono molti più acquirenti rispetto agli alloggi disponbili. In media, calcola il rapporto, per vendere un immobile di lusso servono due anni. Lo sconto medio a cui si vende oggi è al 5,4%, il valore minimo da dieci anni a questa parte, ma per gli immobili che si alienano in tempi lampo in pratica non c’è trattativa sul prezzo. Milano si conferma una piazza particolarmente ghiotta per coloro che intendono investire nel mattone, tendenza generale che negli ultimi anni si è affievolita ma che in una città con queste quotazioni, turnover e richieste ha ancora molto senso.