CeOM

Violenza domestica aumentata coi lockdown, a Milano 5 strutture rieducano gli uomini violenti

L'obiettivo è quello di ridurre la recidiva da parte di uomini violenti e prevenire aggressioni domestiche.

Violenza domestica aumentata coi lockdown, a Milano 5 strutture rieducano gli uomini violenti
Cronaca Milano, 22 Luglio 2021 ore 15:34

La pandemia e i lockdown che si sono succeduti in questi mesi, oltre alle gravi conseguenze che purtroppo tutti conosciamo in termini di morti e malati, hanno portato con sé anche un incremento delle violenze domestiche dove le vittime, la maggior parte delle volte, sono donne. A Milano sono attive cinque strutture che si occupano di rieducare uomini violenti.

A Milano 5 strutture dedicate alla rieducazione di uomini violenti

Rieducare gli uomini violenti per ridurre (utopisticamente azzerare) la recidiva di comportamenti aggressivi e i relativi rischi per le donne: questo è l'obiettivo del Centro di Orientamento e Monitoraggio di via Correggio.

La Lombardia è una delle regioni con più chiamate al numero nazionale anti maltrattamenti (numero Ceom 0284104462), per questo proprio a Milano sono stati attivati questi importanti centri di rieducazione.

Gli obiettivi che si intende raggiungere

Il centro è sperimentale e vuole prendere in carico almeno 200 uomini maltrattamenti per diminuire la recidiva di violenze commesse in casa.

Il servizio si rivolge sia a persone che spontaneamente si rivolgono a Ceom sia a persone che sono in fase di indagini oppure sono state già condannate o in fase di esecuzione di pena.

Il tasso di recidiva si abbassa se si segue un percorso

I dati dimostrano che il tasso di recidiva tra gli uomini violenti che seguono un percorso rieducativo è sensibilmente inferiore a quello di chi, nonostante una condanna o un ammonimento, non partecipa a percorsi specifici.

Il progetto CeOM

Il centro del procetto CeOM di via Correggi 1 è stato attivato il 15 luglio 2021 ed è aperto con i seguenti orari:

  • lunedì dalle 9 alle 13;
  • martedì dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 15 alle 19;
  • giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Per poter accedere al servizio è necessario prendere appuntamento telefonando allo 02 84104462 o scrivendo a progettouomo21@gmail.com.