Cronaca
Si tratta di un 54enne

Vendeva coltelli davanti alla scuola elementare e nel parchetto per i bimbi

Stazionava con un banchetto movibile nei pressi dell'uscita metropolitana "Uruguay"...

Vendeva coltelli davanti alla scuola elementare e nel parchetto per i bimbi
Cronaca Milano, 21 Ottobre 2022 ore 15:51

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un cittadino cinese, venditore ambulante di 54 anni, responsabile del reato previsto dall'art. 37 T.U.L.P.S. per aver venduto strumenti da punta e da taglio atti ad offendere senza licenza.

Vendeva coltelli davanti alla scuola elementare e nel parchetto per i bimbi

Mercoledì mattina, gli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Milano hanno effettuato un controllo a un venditore ambulante il quale stazionava con un banchetto movibile nei pressi dell'uscita metropolitana "Uruguay" in via Quarenghi, all'interno di un'area verde adibita anche con giochi per bambini e a poca distanza di un istituto scolastico comprendente scuole primarie, secondarie e superiori.

I poliziotti, sul banco esposto dall'uomo, oltre a diverse tipologie di merce quali accessori per cellulari, cover, foulards ed oggettistica varia, hanno rinvenuto anche 5 coltelli a lama richiudibile manualmente. In merito al loro commercio, l'uomo, dopo aver confermato la vendita, in alcuni casi, di coltellini a minorenni usciti dalle scuole adiacenti, ha dichiarato di non essere in possesso della prescritta autorizzazione specifica per la vendita di tali strumenti da taglio.

Gli agenti della P.A.S. hanno sequestrato i coltelli e hanno indagato l'uomo per il reato previsto dall'art. 37 T.U.L.P.S., inoltre, a seguito di controllo sull'altra merce in vendita, l'hanno anche sanzionato amministrativamente e sequestrato amministrativamente oggetti non conformi alla normativa relativa al codice del consumo, poiché carenti delle indicazioni minime prescritte dalla legge.

Seguici sui nostri canali