Cronaca
il delitto

Tentato omicidio per gelosia, arrestati i due complici

I due hanno supportato costantemente l'autore del delitto e hanno contribuito alla buona riuscita dell'obiettivo

Tentato omicidio per gelosia, arrestati i due complici
Cronaca Milano, 15 Dicembre 2022 ore 11:27

Due cittadini italiani di 29 e 34 anni sono stati arrestati dalla Polizia di Stato per aver partecipato al tentato omicidio nei confronti un uomo egiziano lo scorso 13 novembre.

Tentato omicidio per gelosia

MILANO - Quella sera i due indagati, secondo quanto ricostruito dai poliziotti della Sezione Investigativa dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura milanese, si sono resi complici del tentato omicidio commesso da un italiano di 33 anni nei confronti di un egiziano 35enne per motivi di gelosia. Il 33enne era l’ex fidanzato dell’attuale compagna della vittima.

Il primo intervento effettuato dagli agenti delle volanti della Questura aveva permesso di ricostruire i fatti tramite le dichiarazioni della vittima e di alcuni testimoni: il 33enne, con la complicità del 29enne e del 34enne, aveva esploso due colpi di arma da fuoco in direzione del 35enne egiziano, attuale compagno della sua ex fidanzata, colpendolo alla coscia destra. La vittima era stata poi trasportata all’ospedale Fatebenefratelli mentre i tre erano fuggiti facendo perdere le proprie tracce.

Le dinamiche

L’autore del gesto, poco dopo, aveva contattato il centralino del Commissariato Mecenate per costituirsi ed è stato arrestato dai poliziotti delle volanti che lo avevano trovato a casa dei genitori con i quali, non mostrandosi pentito, si era anzi vantato dell’azione da poco compiuta.

La complicità dei due indagati (di cui uno è il cugino del 33enne) è avvalorata dal fatto che, tramite l’analisi dei sistemi di videosorveglianza delle vie limitrofe a dove è successo il fatto, i poliziotti hanno verificato come i due, nelle fasi antecedenti al delitto, abbiano fornito un supporto logistico continuo e indispensabile per la consumazione del reato. Inoltre, hanno agevolato e garantito la buona riuscita dell’obiettivo, mettendo a disposizione una vera e propria rete di protezione e supporto anche nelle fasi immediatamente successive dell’azione criminosa.

Seguici sui nostri canali