Cronaca
Minacciavano con il coltello

Tentano il furto sul treno: tre minori in manette, uno ha solo 14 anni

I tre giovanissimi sono ritenuti responsabili di aver commesso più rapine aggravate, anche a bordo di un treno. 

Tentano il furto sul treno: tre minori in manette, uno ha solo 14 anni
Cronaca Milano, 11 Febbraio 2022 ore 17:17

Sono state eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di tre minori per rapine aggravate commesse a bordo treno.

Arrestati tre minorenni

Nella giornata di ieri, 10 febbraio 2022, la Polizia Ferroviaria di Milano Bovisa ha eseguito tre misure di custodia cautelare nei confronti di tre minori, di cui due cittadini marocchini, rispettivamente di anni 14 e 16 e un cittadino italiano, di anni 15, gravemente indiziati del reato di rapina aggravata in concorso.
I tre minori, nel mese di dicembre 2021, si trovavano a bordo di un treno regionale (sulla linea Saronno Milano Bovisa) e, dopo aver minacciato con un coltello tre coetanei, li hanno derubati dei portafogli.
I tre giovani, a bordo del treno (sulla linea Novara Nord e Milano Bovisa), hanno tentato, tramite minaccia, d'impossessarsi di una collana di un ragazzo maggiorenne, non riuscendo, però nell'intento, grazie alla pronta reazione della vittima.

Il 14enne aveva già rubato un monopattino elettrico a un 18enne

Nel mese di gennaio 2022, il minore marocchino di 14 anni ha inoltre commesso a Gerenzago (VA) una rapina aggravata mediante l'utilizzo di un coltello, impossessandosi di un monopattino di proprietà di un minore di anni 18.
Il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale per i Minorenni di Milano ha emesso i provvedimenti restrittivi nei confronti degli stessi, considerate le modalità criminose con cui hanno perpetrato le rapine a bordo dei treni e la loro pericolosità, tali da renderli gravemente indiziati di fatti delittuosi commessi in un breve lasso di tempo.

Due in carcere, uno in una comunità

Gli agenti condurranno i due minori originario del Marocco presso il Carcere Minorile di Benevento, mentre il minore italiano verrà collocato in una comunità situata nella provincia di Varese, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Seguici sui nostri canali