Menu
Cerca
la condanna

Sentenza Ex Ilva: condannati i fratelli milanesi Riva e Vendola

Le indagini riguardavano il presunto disastro ambientale provocato dallo stabilimento.

Sentenza Ex Ilva: condannati i fratelli milanesi Riva e Vendola
Cronaca Milano, 01 Giugno 2021 ore 09:49

La Corte d’Assise di Taranto ieri, 31 maggio 2021, si è pronunciata sul processo relativo all’ex-Ilva stabilendo la condanna per i due fratelli Riva e per l'ex Governatore della Puglia Nichi Vendola.

Condanna dalla Corte d'Assise di Taranto

Le indagini riguardavano il presunto disastro ambientale provocato dallo stabilimento e il processo ha portato alla reclusione in carcere per 22 e 20 anni per i fratelli Fabio e Nicola Riva. Gli ex proprietari e amministratori della fabbrica Ilva rispondono di associazione a delinquere finalizzata al disastro ambientale e sono tra i 47 imputati . 44 persone e tre società - di uno dei processi più importanti degli ultimi anni.

L'accusa aveva chiesto 28 anni per Fabio Riva e 25 anni per Nicola Riva, ridotti con la sentenza a 22 e 20.

Concussione aggravata

Condannato anche l’ex governatore della Puglia Nichi Vendola a tre anni e mezzo di reclusione per il reato di concussione aggravata (ne erano stati chiesti 5 dal pubblico ministero). Tre anni all’ex presidente della provincia di Taranto Gianni Florido. L’ex direttore dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, è stato condannato a due anni. Avrebbe taciuto le pressioni esercitate da Vendola per attenuare le ispezioni dell’Arpa. L’associazione Contramianto: “Sentenza punto di partenza per ridare dignità a Taranto”