Cronaca
fuori pericolo

Salvato dai colleghi Giovanni Malacrida, il chirurgo accoltellato da un paziente durante una visita

Il medico 65enne è stato operato d'urgenza dopo l'accoltellamento che gli ha reciso l'arteria femorale.

Salvato dai colleghi Giovanni Malacrida, il chirurgo accoltellato da un paziente durante una visita
Cronaca Milano, 13 Luglio 2021 ore 12:55

E' stato salvato dai colleghi dopo che un paziente, al termine di una visita, lo ha accoltellato all'inguine, centrando l'arteria femorale e recidendola: il dottor Giovanni Malacrida è stato operato d'urgenza e non è in pericolo di vita.

(In copertina immagine tratta dal sito del Policlinico di San Donato)

Accoltellato da un paziente all'arteria femorale

E' il dottor Giovanni Malacrida, 65 anni, chirurgo vascolare del Policlinico di San Donato Milanese, il medico che ieri pomeriggio, poco dopo l'ora di pranzo, è finito sotto i ferri dopo essere stato accoltellato da un paziente cui aveva appena fatto un controllo. 

Ad operarlo è stato il collega Giovanni Nano assieme alla propria equipe: Malacrida dopo l'operazione urgente è stato ricoverato in terapia intensiva non in pericolo di vita al Policlinico, dove ora è monitorato. Il medico 65enne, laureato nel 1982 e specializzato cinque anni dopo in chirurgia vascolare, oltre ad essere chirurgo al Policlinico è tutor alla Statale per la scuola di specialità di chirurgia vascolare.

Fortunatamente l'intervento eseguito è stato rapido e immediato: le conseguenze sarebbero potute essere ben più tragiche se l'aggressione non fosse avvenuta in ospedale.

Arrestato per tentato omicidio

La chiamata al 112 é pervenuta da un infermiere dell'ambulatorio e il soggetto é stato fermato, in attesa dell'arrivo dei Carabinieri, da un funzionario della Questura di Milano effettivo al Gabinetto di Polizia Scientifica che si trovava nello stesso corridoio, libero dal servizio, in attesa di visita medica.

L'aggressore è stato identificato e si tratta di P.S., italiano classe 1946, residente a San Donato Milanese, con precedenti per minaccia e ingiuria. L'uomo è stato fermato e arrestato per tentato omicidio mentre il coltello da cucina, con lama lunga circa 20 cm, é stato  sequestrato.

Era in cura al Policlinico

Da ricostruire le motivazioni del violento gesto del paziente: secondo quanto scoperto l'uomo, 75enne di San Donato, mesi fa è stato operato in un altro ospedale per una malattia vascolare che gli aveva causato problemi a una gamba. Da tempo era in cura al Policlinico di San Donato e un mese fa pare che abbia effettuato una visita con il medico che gli avrebbe detto di tornare in  questi giorni per un controllo senza prenotazione durante il quale ieri gli è stato proposto un periodo di ricovero riabilitativo, sconsigliandogli un ulteriore intervento vista l'età e la salute precaria dell'uomo.

Una proposta che evidentemente non è stata affatto gradita al paziente che dopo aver dato in escandescenza alzando i toni del discorso ha rovistato nella borsa portata da casa, estratto un coltellaccio da 20 centimetri, e sfoderato un colpo alla gamba del medico mettendo a rischio la sua vita.

La solidarietà della Croce Rossa di San Donato

Tra i messaggi di solidarietà spicca quello della Croce Rossa di San Donato che ricorda come le aggressioni al personale sanitariano siano in realtà dei "suicidi":

A seguito del grave episodio di violenza avvenuto oggi al IRCCS Policlinico San Donato esprimiamo piena solidarietà al medico coinvolto e un grande augurio di pronta guarigione.

Gli operatori sanitari non devono essere un bersaglio, in qualunque contesto.