Rubano 500 euro di vestiti grazie a borse "schermate" per l'antitaccheggio: arrestate

Ieri mattina, in corso Buenos Aires, gli agenti della Squadra Mobile hanno notato due donne, cittadine rumene di 22 e 38 anni, entrare in un negozio di abbigliamento munite entrambe di una borsa di grandi dimensioni.

Rubano 500 euro di vestiti grazie a borse "schermate" per l'antitaccheggio: arrestate
Cronaca Milano, 15 Luglio 2021 ore 15:48

Rubano 500 euro di vestiti grazie a borse "schermate" per l'antitaccheggio: arrestate.

Rubano 500 euro di vestiti grazie a borse "schermate" per l'antitaccheggio: arrestate

MILANO – Ieri mattina, in corso Buenos Aires, gli agenti della Squadra Mobile hanno notato due donne, cittadine rumene di 22 e 38 anni, entrare in un negozio di abbigliamento munite entrambe di una borsa di grandi dimensioni.

La dinamica

Gli agenti, appostati in modo da poter seguire i movimenti delle due, hanno visto che si erano appartate dietro alcuni espositori di capi di abbigliamento per poi uscire frettolosamente dal negozio. Si sono incamminate verso via San Gregorio dove si sono scambiate le borse: la 22enne è tornata all’interno del negozio e la 38enne si è recata in via Tadino dove è salita su un'auto con a bordo un uomo, un rumeno di 26 anni. La coppia all'interno del veicolo ha cominciato a trafficare con la borsa. I poliziotti li hanno controllati e hanno visto che la borsa era stata artigianalmente schermata con pellicola di alluminio e scotch per eludere l'antitaccheggio, trovando all'interno 9 capi di abbigliamento per un valore di circa 500 euro. Nelle fasi del controllo, la donna ha tentato di avvertire la complice tornata nel negozio con la quale era in contatto telefonico attraverso un auricolare: quest'ultima, infatti, ricevuta la "nota" dalla complice, è stata vista posare dei capi di abbigliamento che già aveva riposto all'interno della sua borsa schermata. Tuttavia, i poliziotti, che erano nel negozio, l'hanno fermata Tutti e tre, con precedenti specifici, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e giudicati per direttissima.

Seconda operazione

Ieri pomeriggio, invece, i poliziotti del gruppo Falchi, in via Correggio, zona Sempione, hanno arrestato un cittadino rumeno di 41 anni che aveva con sé un involucro con 11 grammi di cocaina. La perquisizione è stata estesa al domicilio dove sono stati trovati altri 5 grammi di cocaina e 1.600 euro in contanti. L'uomo è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio.

Terza operazione

Nella tarda serata, infine, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un 56enne italiano: impegnati in un servizio antispaccio in zona Ticinese, i poliziotti hanno notato un'auto guidata da un ragazzo italiano che, dopo aver percorso alcune vie della zona, si è fermato in via Martinelli dove è sceso per entrare all'interno di un cortile condominiale. Gli agenti, che lo hanno seguito, lo hanno visto scambiarsi qualcosa sul ballatoio con il 56enne: l'acquirente, fermato, aveva appena acquistato una dose di cocaina per 40 euro e lo spacciatore, in casa, aveva altre dosi di cocaina da 5 grammi, un etto di hashish e quasi 3mila euro in contanti.