Cronaca
agivano come una banda

Rapine violente ai coetanei: due 14enni finiscono in comunità

La banda agiva a Citylife, nel parco Giulio Cesare e Vergani, ma anche tra il parco Solari a Porta Genova.

Rapine violente ai coetanei: due 14enni finiscono in comunità
Cronaca Milano, 20 Aprile 2021 ore 15:00

Rapine violente ai coetanei: due 14enni finiscono in comunità.

Rapine violente ai coetanei: due 14enni finiscono in comunità

MILANO – Questa mattina, la polizia ha eseguito la misura cautelare del collocamento in comunità, emessa dal gip del Tribunale per i Minorenni di Milano, nei confronti di due quattordicenni, incensurati, ritenuti responsabili, in concorso e a vario titolo, di sei rapine e un furto ai danni di alcuni loro coetanei.

Rapine nei parchi e sulla Linea 1 della metro

L'attività investigativa del Commissariato Sempione ha consentito di ricostruire la dinamica delle rapine, di cui due tentate ma con l'aggravante dell'uso di armi (coltello e fiamma di accendino) e in concorso, perpetrate nei pressi del parco Vergani e sull'asse della MM1, tra il settembre e il novembre 2020.

Il gruppo è responsabile anche di un furto con destrezza di una bicicletta dei giardini di via Cimarosa. Anche in questa indagine, come in quella condotta dagli stessi poliziotti del Commissariato Sempione denominata "Bad Kids" e recentemente conclusa con quattro custodie in comunità, si è potuto rilevare un progressivo incremento della gravità dei fatti commessi.

Come agiva la banda

Il gruppo, composto da una quindicina di ragazzi, tra i quali quelli identificati e colpiti dal provvedimento, si avvicinava alle vittime, generalmente più piccoli di età o coetanei, e le minacciava con armi da taglio, portando via denaro, telefoni, giubbotti, felpe e biciclette. In un'occasione, la vittima è stata minacciata con la fiamma di un accendino puntata alla felpa in materiale acrilico.

Dalle indagini è emerso che le vittime conoscevano di vista i responsabili, sia tramite social che per la comune frequentazione dei parchi pubblici. La banda agiva nel quartiere Citylife, nel parco Giulio Cesare e nel parco Vergani, ma anche lungo il percorso verde che collega il parco Solari a Porta Genova.