Cronaca
raggiunti nel loro b&b

Rapine e aggressioni per rubare orologi di lusso: 2 arresti

La tecnica dei malviventi era sempre la stessa: una volta individuata la vittima, aggredirla con violenza.

Rapine e aggressioni per rubare orologi di lusso: 2 arresti
Cronaca Milano Sud, 17 Settembre 2021 ore 15:32

Rapine e aggressioni per rubare orologi di lusso: 2 arresti.

Rapine e aggressioni per rubare orologi di lusso: 2 arresti

MILANO - La Polizia di Stato ha arrestato due italiani di 48 e 33 anni per rapina al termine di un’indagine su una serie di colpi messi a segno da malviventi in scooter che rapinavano orologi di pregio ad automobilisti. Nella mattinata di ieri, giovedì 16 settembre, gli agenti della sezione Antirapina della Squadra Mobile hanno monitorato, con sistemi GPS, i movimenti dei due sospettati che hanno individuato la loro vittima mentre rientrava presso la sua abitazione in via Paravia a bordo della sua autovettura.

Il pedinamento della Polizia

Non appena la vittima ha fatto ingresso nel condominio dove risiede i due l'hanno raggiunta a piedi minacciandola, armati di pistola, di consegnare l’orologio che aveva al polso, replica di Hublot Big Beng il cui originale ha un valore di circa 22mila euro, impossessandosene dopo una colluttazione. Tornati nel B&B in cui alloggiavano, i due sono stati bloccati dai poliziotti e trovati in possesso dell'orologio rapinato. Inoltre, oltre agli scooter utilizzati, di dubbia provenienza dal momento che il numero di telaio era cancellato, sono state rinvenute diverse targhe adesive tra le quali quella applicata nel corso della rapina e segnalata da un testimone.

Raggiunti nel b&b dove alloggiavano

All'interno di uno scooter sono state rinvenute, altresì, la pistola utilizzata, una scacciacani marca BRUNI replica di una Walther PPK, con tappo verniciato di nero, e due radio ricetrasmittenti. Le indagini, condotte dagli agenti della Squadra Mobile di Milano, hanno permesso di risalire, approfondendo episodi di rapine violentissime consumate nei mesi scorsi, sempre ricorrendo all'uso di armi, ad uno scooter utilizzato dalla banda e di rintracciarlo nei pressi di un B&B in zona Barona. La tecnica dei malviventi era sempre la stessa: percorrere su due scooter le strade più trafficate e, una volta individuata la vittima, attendere il momento in cui la stessa arrestasse la marcia per poterla aggredire con violenza, minacciandola con la pistola e ingaggiando una colluttazione per sottrarre l’orologio.