il video della telefonata della donna

Pesta la ex compagna, lei si salva chiamando il 112 fingendo di ordinare una pizza

I poliziotti hanno subito capito che qualcosa non andava e sono corsi in aiuto della donna, salvandole la vita.

Cronaca Milano, 02 Marzo 2021 ore 16:23

Pesta la ex compagna, lei si salva chiamando il 112 fingendo di ordinare una pizza.

Pesta la ex compagna, lei si salva chiamando il 112 fingendo di ordinare una pizza

MILANO – In arresto un cittadino marocchino di 25 anni per il reato di lesioni personali aggravate nei confronti della ex compagna, connazionale di 33 anni.

Il video della telefonata

 

L'incontro con l'ex compagno sabato sera

Sabato sera la donna ha accettato di incontrare il suo ex compagno dal quale si era separata alla fine di gennaio, ma mentre i due parlavano, al culmine dell'ennesima lite per motivi di gelosia, l’uomo l’ha colpita con violenza. La donna, temendo per la propria incolumità e per non fare insospettire l’ex compagno, ha chiamato il 112 chiedendo di poter ordinare una pizza margherita.

I poliziotti hanno subito capito che qualcosa non andava

La sinergia tra gli operatori del numero unico d'emergenza, che sono stati i primi a ricevere la celata richiesta d'aiuto, e i poliziotti della Centrale Operativa della Questura a cui è stata girata la telefonata, ha permesso di inviare per tempo sul posto, in via Brenta a Milano, una volante in soccorso della donna, attivando così il protocollo della normativa sul Codice Rosso.

La donna è stata soccorsa al Policlinico

La 33enne è stata poi soccorsa dal personale medico del Policlinico in seguito alle percosse ricevute. All'arrivo dei poliziotti, ha raccontato che quello di domenica notte era solo l'ultimo di una lunga serie di episodi di violenza e minacce subite nel corso della loro relazione, tutti dettati, come questa volta, da futili motivi di gelosia da parte dell'uomo.

L'uomo arrestato in flagranza

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale hanno raccolto la denuncia della 33enne e arrestato in flagranza l'uomo per lesioni personali aggravate.