L'indagine della Polizia

Peculato e abuso d'ufficio: arrestati quattro agenti della polizia locale

Per i quattro agenti sono scattati gli arresti domiciliari. 

Peculato e abuso d'ufficio: arrestati quattro agenti della polizia locale
Cronaca Milano, 13 Aprile 2021 ore 10:20

Per i quattro agenti sono scattati gli arresti domiciliari.

Arrestati quattro Agenti della Polizia locale di Milano

La Polizia di Stato e la Polizia Locale di Milano, al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di quattro agenti della polizia locale, all'epoca dei fatti tutti in servizio al Nucleo Contrasto Stupefacenti.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip Guido Salvini, su richiesta del Procuratore Aggiunto Maurizio Romanelli e del Sostituto Procuratore Elio Ramondini, avendo ritenuto i destinatari della misura responsabili a diverso titolo dei reati di peculato, abuso d'ufficio, falso ideologico e materiale. Con l’aggravante della “finalità  di occultare un altro reato e di assicurarsi il profitto, il prodotto e l'impunità favorite dalla dolosa induzione in errore dell'ufficiale di polizia giudiziaria responsabile dell'intero Nucleo”, spiegano dalla Questura.

Indagini avviate a ottobre 2020

Le indagini sono state avviate in corrispondenza con la diffusione dei servizi giornalistici del programma “Le Iene”,  trasmesso a ottobre 2020: il Comando di polizia locale aveva già disposto in via cautelativa il trasferimento dei quattro dipendenti ad altri uffici con competenza di natura amministrativa.

Tutto è partito dalle testimonianze dei cittadini

Nel corso di quei servizi sono state raccolte le testimonianze di alcuni cittadini italiani e stranieri che hanno dichiarato di essere stati vittime di condotte poste in essere, in violazione delle norme di legge, dagli operatori del Nucleo Contrasto Stupefacenti durante l’espletamento di attività di polizia giudiziaria. Dalle dichiarazioni è emerso come gli agenti agissero per sottrarre importanti somme di denaro nel corso delle attività di perquisizione finalizzate alla ricerca di droga. In un caso, le informazioni rese dalla vittima sono state supportate anche da documentazione audio-video. La polizia ha quindi esaminato tutto il materiale e sentito ulteriori testimonianze.

Effettuate anche perquisizioni

Nei confronti dei quattro arrestati e di altri tre agenti all'epoca appartenenti al Nucleo, anche loro indagati per gli stessi reati, sono state eseguite le perquisizioni in concomitanza con l’esecuzione delle misure cautelari.