Cronaca
9 vittime

Molestie in piazza Duomo a Capodanno, il comune di Milano si costituirà parte civile

Ad annunciarlo è stato il sindaco Beppe Sala, che ha anche dichiarato che l'obiettivo è quello di assumere 500 nuovi Agenti.

Molestie in piazza Duomo a Capodanno, il comune di Milano si costituirà parte civile
Cronaca Milano, 12 Gennaio 2022 ore 11:29

Dopo una decina di giorni da quelle terribili molestie, ieri sono state effettuate perquisizioni nelle case dei presunti colpevoli delle aggressioni. Si tratterebbe di 18 ragazzi, individuati grazie alle telecamere e ai filmati girati quella notte, tutti trai 15 e i 21 anni, giovanissimi italiani e stranieri.
Ieri, in merito ai fatti, il sindaco Sala ha dichiarato che il Comune di Milano si costituirà parte civile nel processo.

Il Comune si costituirà parte civile

"Hanno fatto una grande opera e sono stati individuati in breve e gran parte del branco arriva da fuori Milano. Il segno che dobbiamo osare è che queste cose non devono accadere. Sono vicino alle ragazze, mi scuso a nome mio e della città, il Comune si costituirà parte civile nel processo e spero in pene severe". Questa la dichiarazione rilasciata ieri, 11 gennaio 2022, dal sindaco Giuseppe Sala, in collegamento al Tg1, commentando gli ottimi e rapidi risultati delle indagini . "Non ho parlato fino ad oggi, perché sapevo delle indagini in corso e le seguivo con il questore di Milano", ha aggiunto.

Maggiore sicurezza in città, in arrivo 500 nuovi Agenti

In aggiunta alla disponibilità a costituirsi parte civile Sala ha anche anticipato della futura assunzione di 500 nuovi Agenti di Polizia locale a Milano, che garantiranno un maggiore controllo e sicurezza in città.

"C'è da fare molto di più sul lato sicurezza. La sicurezza è fatta da uomini e donne in campo e da tecnologia. Porterò in giunta nei prossimi giorni una delibera per assumere 500 vigili, come avevo promesso in campagna elettorale e spero lo stesso faccia la Polizia di stato, serve più gente sul territorio.
Per quanto riguarda la tecnologia, quella che c'è già aiuta, i colpevoli sono stati individuati rapidamente. Ma serve qualcosa che al momento, non poi retroattivamente, permetta che questi episodi non avvengano. Quindi c'è da fare ancora molto, noi metteremo grande attenzione. Il messaggio è, rivolto soprattutto alle donne, queste cose non devono succedere", ha aggiunto Sala.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter