Cronaca
Non una di Meno

#Lottomarzo: in centinaia ieri in piazza Duomo a Milano contro la violenza sulle donne

Tutte le iniziative che si sono svolte per le strade di Milano nel giorno della Festa delle Donne.

#Lottomarzo: in centinaia ieri in piazza Duomo a Milano contro la violenza sulle donne
Cronaca Milano, 09 Marzo 2021 ore 11:43

Tante le iniziative che si sono svolte ieri, lunedì 8 marzo 2021, in occasione della Festa delle Donne. Piazza Duomo a Milano si è riempita per protestare contro ogni forma di violenza sulle donne e di genere:

"Oggi - affermano le attiviste di 'Non una di meno' - le persone che hanno partecipato alla mobilitazione milanese per #lottomarzo sono state tantissime: perché oggi più che mai il nostro sciopero è essenziale".

IL VIDEO DELLA MANIFESTAZIONE:


#Lottomarzo

In occasione della Feste delle Donne, Milano ha fatto sentire la sua voce. Tante le iniziative che si sono svolte nelle principali piazze del capoluogo lombardo e che hanno visto protagonista lo sciopero globale transfemminista contro la violenza maschile sulle donne e di genere riassunto nell'hashtag #Lottomarzo.

Tutte le iniziative

La manifestazione ha avuto inizio a partire dalle 10 in piazza Affari. Location non casuale, data la presenza del celeberrimo "Dito Medio" dell'artista Maurizio Cattelan:

"Con il dito medio rivolto verso il palazzo della borsa: perché la patrimoniale è solo una piccola parte di quello che ci dovete".

Quattro sono stati i tavoli tematici su cui si è posta l'attenzione:

  • Una sanità pubblica, laica, accessibile che garantisca la salute di tutte
  • Una scuola pubblica che sia antidoto alla violenza maschile contro le donne e di genere. In questo momento più che mai ci teniamo a ribadire che la scuola si cura in presenza
  • Il reddito di autodeterminazione come unica strategia possibile per uscire dalla pandemia e dalla crisi
  • Finanziamenti reali e incondizionati ai Centri anti violenza femministi e transfemministi, perchè la violenza è strutturale e come tale va affrontata.
LE IMMAGINI DA PIAZZA AFFARI
158280346_1396240930735871_4042542427824717333_o
Foto 1 di 8
158642575_1396240767402554_2549693217273538596_o
Foto 2 di 8
158286232_1396240607402570_1660379656850138852_o
Foto 3 di 8
158387955_1396240674069230_5849322419261675266_o
Foto 4 di 8
158392239_1396240610735903_2442832371581456860_o
Foto 5 di 8
158411232_1396240777402553_7146488254903436910_o
Foto 6 di 8
158516438_1396240657402565_7373113791846516140_o
Foto 7 di 8
158891618_1396240847402546_5967602709500526373_o
Foto 8 di 8

A partire dalle 16 poi si è svolta la "bike strike", una pedalata fuxia da piazza Cairoli verso la manifestazione cittadina di piazza Duomo.

IL VIDEO DELLA PEDALATA

La manifestazione in piazza Duomo

Una piazza Duomo gremita per protestare contro ogni tipo di violenza maschile sulle donne e di genere. Nel luogo principe della città di Milano è andata in scena la manifestazione #Lottomarzo, sciopero globale che ha visto in prima file le attiviste di "Non una di Meno". Un evento collettivo - in occasione della Festa delle Donne - che ha rispettato ogni tipo di normativa anti-Covid:

"Oggi le persone che hanno partecipato alla mobilitazione milanese per #lottomarzo sono state tantissime: perché oggi più che mai il nostro sciopero è essenziale. Proprio per questo abbiamo scelto piazza Duomo: la piazza più grande di Milano, che potesse accogliere tutt_ in sicurezza. Proprio per questo abbiamo preparato la piazza con migliaia di segnali a terra che garantissero il distanziamento. Proprio per questo abbiamo distribuito disinfettanti e mascherine. Proprio per questo avevamo un gruppo di cura che per tutta la giornata ha attraversato la piazza ricordando l’importanza del distanziamento. Proprio per questo abbiamo interrotto gli interventi dal microfono ogni volta che si è reso necessario chiedendo a tutt di avere cura della piazza. La cura è una responsabilità collettiva".

Questo l'appello lanciato dal movimento transfemminista e antisessista.

"Non Una DI Meno significa non una in meno tra noi, viva, libera, felice. Un intero sistema produttivo, economico e politico si basa sullo sfruttamento sistematico dei nostri corpi e delle nostre forze, delle nostre vite: ecco perchè vogliamo smettere di produrre e riprodurre valore, ecco perché vogliamo scioperare. Se ci fermiamo noi si ferma il mondo. Questo è un appello ad aderire alla giornata dell’8 marzo, a partecipare al percorso per la sua costruzione, a proporre iniziative, riflessioni, contributi per rendere lo sciopero una giornata di mobilitazione e liberazione".

LE IMMAGINI DA PIAZZA DUOMO:

156974186_1396388424054455_2092461555322411106_n
Foto 1 di 7
157183482_1396388254054472_4047554637780416635_o
Foto 2 di 7
157216041_1396388470721117_6447029923425862736_n
Foto 3 di 7
157905454_1396388347387796_8160937602521969089_n
Foto 4 di 7
158226171_1396389014054396_7107368113699451872_n
Foto 5 di 7
158392238_1396388517387779_8919597914510259483_n
Foto 6 di 7
158663296_1396388304054467_7371831272574806694_n
Foto 7 di 7

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter