Cronaca
violenza inaudita

Lei si vuole separare, lui prima la picchia poi la spinge giù dal balcone 

L'aggressore è stato ritrovato e arrestato.

Lei si vuole separare, lui prima la picchia poi la spinge giù dal balcone 
Cronaca Milano, 13 Aprile 2021 ore 12:26

Un altro caso di violenza domestica si è verificato a Milano: a farne le spese una donna colpevole di aver preteso la propria libertà. Picchiata e buttata giù dal balcone perché voleva separarsi da un uomo violento.

Prima la picchia poi la spinge giù dal balcone

Lei gli ha comunicato di volersi separare, lui l'ha picchiata e, al culmine della lite, non contento di aver già ferita a sufficienza l'ha spinta giù dal balcone facendole fare un volo di 5 metri. Un'aggressione a tutti gli effetti, ora classificata come tentato omicidio.

E' successo ieri mattina, 12 aprile 2021, poco prima delle 6: a seguito di una chiamata sul posto è intervenuta subito la Polizia che ha arrestato per il reato di tentato omicidio, un uomo di origine peruviana di 44 anni.

L'allarme è stato lanciato da una donna ecuadoregna di 52 anni che aveva appena soccorso in strada la propria amica e vicina di casa 45enne, vittima dell'aggressione furiosa del marito.

Trasportata in ospedale

Grazie al tempestivo intervento della Polizia e dei sanitari la vittima è stata soccorsa e trasportata all'ospedale Niguarda con diverse lesioni dopo essere caduta per circa 5 metri di altezza. Oltre alle ferite procurate dalla caduta, che fortunatamente non è stata fatale, i soccorritori hanno potuto subito riscontrare diverse lesioni legate al violento pestaggio subito da quell'uomo che aveva promesso di amarla e onorarla per il resto della vita.

L'aggressore ha tentato la fuga

Subito dopo il tentato omicidio il marito si è dato alla fuga: le telecamere lo hanno ripreso mentre si dileguava con una borsa piena di vestiti sporchi di sangue, probabilmente quelli che indossava poco prima durante l'aggressione alla moglie. Gli Agenti lo hanno trovato poche ore più tardi in via Tortona, a Milano, dove abita la madre, arrestandolo.

Raccolte numerose prove

All'intervento dell'appartamento della coppia gli agenti hanno trovato numerose tracce di lotta e macchie di sangue che indicavano l'evidente lite appena avvenuta, confermata anche dalla testimonianza dell'amica/vicina di casa della vittima, colei che ha lanciato l'allarme, che ha dichiarato di aver sentito distintamente le grida di aiuto della moglie.