Cronaca
in manette

Latitante milanese arrestato a Torino, in tasca un coltello e un cacciavite

L'uomo è stato anche indagato per rapina, per porto d’armi o di oggetti atti ad offendere e per possesso ingiustificato di grimaldelli.

Latitante milanese arrestato a Torino, in tasca un coltello e un cacciavite
Cronaca Milano, 01 Marzo 2022 ore 14:34

Lo scorso venerdì mattina, il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale è intervenuto nel quartiere Madonna di Campagna per la segnalazione di un soggetto sospetto all’interno di un bar in zona Corso Grosseto.

Identificato

L‘uomo, vestito completamente di scuro e calzante un cappellino nero, è stato tempestivamente rintracciato ed identificato dai poliziotti. Il cittadino, un nomade di 28 anni, aveva addosso un coltello della lunghezza di 19 cm e un cacciavite di ben 32, che gli veniva immediatamente sequestrato.

Privo di documenti

Gli agenti appuravano che lo stesso, privo di documenti al fine di rendere più difficoltosa la sua identificazione, risultava colpito da ben 2 ordini di carcerazione emessi entrambi nel mese di dicembre scorso, uno dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio, relativo alla espiazione di una pena di 2 anni, 5 mesi  e 19 giorni, l’altro dall’ufficio di sorveglianza presso il Tribunale di Mantova, a seguito della revoca della misura dell’affidamento in prova.

Arrestato indagato per rapina

Da ulteriori accertamenti, gli investigatori della Squadra Volante hanno appurato che il ventottenne si sarebbe reso responsabile, nei giorni immediatamente precedenti al suo rintraccio, di alcune rapine commesse nella zona del milanese; pertanto l’uomo, oltre essere arrestato in esecuzione ai due ordini di carcerazione, è stato anche indagato per rapina, per porto d’armi o di oggetti atti ad offendere e per possesso ingiustificato di grimaldelli.

Seguici sui nostri canali