Menu
Cerca
Giornata milanese

La visita del generale Figliuolo all'hub vaccinale milanese di Trenno

"Il piano vaccini della Lombardia è coerente con quello nazionale, e questo mi conforta. Va tutto bene? No, la cose che non vanno ci sono, le facciamo notare e insieme si mettono a posto".

Cronaca Milano, 31 Marzo 2021 ore 13:04

Giornata milanese quella di ieri, mercoledì 30 marzo 2021, per il commissario straordinario nazionale per l'emergenza coronavirus scelto dal governo del premier Mario Draghi: Francesco Paolo Figliuolo.

Figliuolo all'Hub vaccinale di Trenno

Il generale è stato in visita ufficiale in Lombardia su invito del presidente della regione, Attilio Fontana, e dell'assessore al welfare, e vicepresidente, Letizia Moratti. Figliuolo, atterrato in mattinata a Malpensa, ha visitato in forma riservata l'hub vaccinale allestito dal Pirellone negli spazi di Malpensa Fiere. Successivamente la tappa al drive through del parco di Trenno - il grande spazio gestito dall'Esercito in cui i vaccini vengono somministrati direttamente in auto.

"Buona pratica vaccinale"

"La Regione Lombardia con i suoi 10 milioni di abitanti è la più grande e il buon andamento della campagna vaccinale in Lombardia è sicuramente buona parte del buon andamento della campagna nazionale. Qui c'è esempio di buona pratica dove si sono messi insieme la camera di commercio con la sanità locale ed è un centro che può addirittura triplicare le proprie potenzialità in funzione dell'arrivo delle dosi di vaccino e di questo ne sono soddisfatto. Ovviamente non viviamo nel Paese ideale, ci potrebbero essere problemi, li miglioriamo, i sistemi informativi da domani prenderanno una nuova luce con il sistema nazionale, quello della struttura commissariale di poste italiane quindi sono confidente che si farà ancora meglio. Il piano vaccini della Lombardia è coerente con quello nazionale, e questo mi conforta. Va tutto bene? No, la cose che non vanno ci sono, le facciamo notare e insieme si mettono a posto".

Così il generale Figliuolo interrogato dalla stampa.

Il commento di Fontana

La visita del generale Figliuolo è stata molto importante e utile perché ha ribadito la bontà dell'attività svolta dalla Regione Lombardia e la valutazione positiva del nostro piano che è assolutamente in linea con quello nazionale. Stiamo affrontando qualcosa di incredibile, perché non è mai successo di vaccinare 60 milioni di persone. Abbiamo sicuramente avuto qualche difficoltà, soprattutto dal punto di vista informatico, ma le capacità di vaccinare non si sono comunque ridotte. Ci siamo ripetutamente scusati per i disagi ai cittadini ma i numeri delle vaccinazioni sono assolutamente significativi e decisivi. Le polemiche stucchevoli non sono degne di un Paese come il nostro. I numeri stanno dando ragione a chi sta lavorando e danno torto a chi sta cercando di speculare. Noi siamo preoccupati di dare risposte ai nostri concittadini e non di rispondere ad attacchi inaccettabili.

Ha dichiarato il governatore Attilio Fontana.