Campagna vaccinale

Iniziate le vaccinazioni dei caregiver con Astrazeneca, nel milanese c'è chi rinuncia

Già alle 8 sono in tanti pronti a vaccinarsi con Astrazeneca ma con il passare delle ore aumentano anche le disdette. 

Iniziate le vaccinazioni dei caregiver con Astrazeneca, nel milanese c'è chi rinuncia
Cronaca Milano, 09 Aprile 2021 ore 11:08

Già alle 8 sono in tanti pronti a vaccinarsi con Astrazeneca ma con il passare delle ore aumentano anche le disdette.

Accendi l'audio e ascolta il video servizio

Iniziate le vaccinazioni dei caregiver con Astrazeneca

Proseguono, anche se con qualche intoppo, le vaccinazioni con AstraZeneca: non mancano le rinunce dell'ultimo minuto di chi, per paura di potenziali effetti collaterali ha deciso di rimandare e prendere tempo.

A Sesto San Giovanni i caregiver ieri, 8 aprile 2021, erano in fila per farsi vaccinare: l'età media è 45-50 anni. Già alle 8 sono in tanti pronti a vaccinarsi con Astrazeneca ma con il passare delle ore aumentano anche le disdette.

C'è chi rinuncia

Dopo l'anamnesi ieri sono state circa 5 le persone che apprendendo che il vaccino da fare era AstraZeneca hanno rinunciato: alle volte è il datore di lavoro che ha chiesto loro di attendere, altre la paura di una remota possibilità del realizzarsi di controindicazioni ha avuto la meglio. La maggior parte delle volte però la fiducia nella scienza supera i timori.

Come funziona in Lombardia per i caregiver

Sul sito di Regione Lombardia si legge che caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità potranno prenotare la vaccinazione contestualmente alla prenotazione del soggetto disabile, attraverso la piattaforma dedicata. Sarà possibile indicare fino a 3 caregivers e/o familiari conviventi, che dovranno presentarsi al Centro vaccinale muniti di apposita autocertificazione (vedi il modulo allegato).

I conviventi dei pazienti estremamente vulnerabili (limitatamente alle situazioni per le quali le Raccomandazioni Ministeriali prevedono la vaccinazione anche per loro – vedi tabella 1 delle Raccomandazioni e allegato "Caregiver disabili ed estremamente vulnerabili"), che accompagneranno all’appuntamento il soggetto da vaccinare, potranno essere vaccinati contestualmente, senza prenotazione, previa presentazione, al momento dell'accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione (vedi il modulo allegato).

Dal 16 aprile 2021 sarà consentito ai soggetti disabili gravi già vaccinati o non vaccinabili per età, di accedere al portale per effettuare la prenotazione dei propri caregiver/familiari conviventi.

I centri specialistici devono offrire la vaccinazione ai familiari conviventi delle persone estremamente vulnerabili (per le aree di patologie in cui è prevista tale opportunità) e ai familiari conviventi dei soggetti di età inferiore a 16 anni per tutte le aree di patologia della tabella 1 delle Raccomandazioni ministeriali.