Il giallo

Incendio doloso via Rilke, trovato un uomo con le mani ustionate 

Del liquido infiammabile sarebbe stato gettato e appiccato sulle carrozzelle (due elettrice e una no) situate nell'androne del palazzo

Incendio doloso via Rilke, trovato un uomo con le mani ustionate 
Cronaca Milano, 17 Agosto 2021 ore 10:08

Adesso è caccia al piromane: ormai non ci sono quasi più dubbi sul fatto che l'incendio avvenuto nella serata di Ferragosto in via Rilke 6 a Milano sia stato doloso, appiccato da qualcuno che volutamente ha acceso le fiamme.

A fuoco delle carrozzine, un uomo si è allontanato con le mani ustionate

Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, del liquido infiammabile sarebbe stato gettato e appiccato in più punti sulle carrozzelle (due elettrice e una no) situate nell'androne del palazzo, che pare appartenessero a un inquilino ormai deceduto.

Per il momento non vi è un sospetto sul quale si sta indagando anche se l'attenzione nelle scorse ore è ricaduta su un uomo visto allontanarsi dal "luogo del delitto" con le mani ustionate, poi soccorso in ospedale.

Secondo gli inquirenti che lo hanno interrogato, però, si tratterebbe di un residente intervenuto sul posto per aiutare a trarre in salvo gli inquilini del palazzo e rimasto accidentalmente ustionato durante le operazioni di salvataggio: per il momento sono ritenute credibili queste dichiarazioni e continua la caccia al piromane.

Non è il primo incendio

Come raccontato dai residenti, ancora sconvolti per quanto successo due giorni fa, non è il primo caso di incendio all'interno del palazzo: nell'arco degli ultimi due anni ci sono stati altri roghi, in un corridoio del palazzo tempo fa era stato incendiato un passeggino. Un altro rogo si era verificato nelle cantine, dove sono situati i contatori, ormai praticamente inutilizzabili a causa del vandali e delle tante occupazioni abusive che caratterizzano la zona.

Una vita difficile quella di chi vive nel caseggiato popolare di via Rilke 6, zona Ponte Lambro, con un centinaio di alloggi di proprietà del Comune e gestito da MM, una buona fetta dei quali è occupata abusivamente.

Abitazioni inagibili

L'incredibile incendio di domenica sera ha reso in agibili diverse abitazioni: sono infatti 10 gli appartamenti inutilizzabili situati nella zona incendiata, 7 dei quali erano abitati. Nessuna famiglia può rientrare nelle case: tra loro ce ne sono due regolari e una abusiva che hanno richiesto una sistemazione alternativa e momentaneamente verranno accolte in albergo o in alloggi convenzionati. Le restanti 4 famiglie hanno invece trovato una sistemazione alternativa grazie all'ospitalità di amici o parenti.

Un dramma senza fine che oltre al grande spavento per quanto successo - che se fosse avvenuto nel cuore della notte avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori di qualche intossicato lieve - impedisce alle vittime di questo rogo di poter tornare a casa.

Una trentina di evacuati

Per quanto riguarda i soccorsi quattro persone sono state trasportate in ospedale in codice giallo: si tratta di una ragazza di 16 anni, un ragazzo di 25 e due uomini di 37 e 55 anni. Altri 14, tra cui sei bambini, sono stati trasportati in codice verde in Pronto soccorso per accertamenti dovuti alla lieve intossicazione

In totale sarebbero 34 le persone intossicate, tra loro "solo" 18 trasportate in ospedale.