Menu
Cerca
Le tappe

In Lombardia ben sei passaggi in zona rossa nel giro di soli dodici mesi

La Lombardia è la Regione che ha pagato il prezzo più altro della pandemia: ripercorriamo questo ultimo anno.

In Lombardia ben sei passaggi in zona rossa nel giro di soli dodici mesi
Cronaca Milano, 05 Marzo 2021 ore 12:38

La Lombardia è senza dubbio la Regione italiana che ha pagato il prezzo più alto della pandemia. Sin dall’esordio dei casi sul territorio nazionale, avvenuti proprio nel Lodigiano, passando alle prime zone rosse che hanno interessato la Bassa lombarda. E’ notizia di ieri, 4 marzo 2021, del ritorno di tutta la Regione in arancione rinforzato con tanto di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione dei nidi.

Ripercorriamo le emblematiche tappe che hanno cambiato il volto e le dinamiche della “locomotiva d’Italia”.


Lombardia: dove l’incubo Covid ha avuto inizio

  • La data del 21 febbraio 2020 per molti lombardi resterà indelebile nella memoria: si scopre il “paziente 1” e Codogno e altri 10 paesi del Lodigiano vengono immediatamente isolati. Il 23 febbraio nasce anche ufficialmente la prima zona rossa.
  • L’8 marzo 2020 crolla l’illusione di aver circoscritto il problema: tutta la Regione Lombardia e altre provincia extra regionali vanno in lockdown.
  • Il 10 marzo 2020­ il problema si fa nazionale: “Italia zona protetta” come annunciò l’ex premier Giuseppe Conte, e tutto il Paese entra in lockdown.

In autunno la regione torna in piena emergenza

Segue la fase 2, quella estiva fra restrizioni più o meno importanti. Le alte temperature permettono di prendersi una piccola pausa. Gli ospedali si scaricano dall’emergenza e le persone tornano a una vita semi-normale. Ma il virus continua a circolare, seppure in misura minore.

Con l’autunno si arriva all’introduzione dei “colori”:

  • con il Dpcm del 3 novembre 2020 che determina le tre fasce di rischio per le Regioni, operative dal 6 novembre, la Lombardia entra da subito in zona rossa, fino al termine del mese di novembre.
  • Dal 13 dicembre 2020 la Lombardia torna alla zona gialla, ma per poco. Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 entrano infatti in vigore quelle misure restrittive per il periodo natalizio, in particolare con zona rossa per festivi e prefestivi.

Anno nuovo, nuova iniezione di… rosso

Il 7 gennaio 2021 la Lombardia torna in zona gialla, con divieto di spostamento fra Regioni (ancora in vigore).

  • Ma il 17 gennaio 2021, a causa del famoso errore di calcolo nella lettura dei contagi, si torna in zona rossa fino al 24 gennaio 2021. Successivamente si torna in arancione e poi in giallo.

Ma il periodo “giallo” dura poco. Con il diffondersi delle varianti alcune zone della Lombardia diventano focolai che necessitano di essere isolati.

  • Viene introdotto il principio delle microzone rosse: il 17 febbraio 2021 alcuni Comuni passano in zona rossa. Al momento, l’unico ad essere ancora in microzona rossa è Valgoglio, nel Bergamasco.

Si attende ora di sapere se all’inizio di settimana prossima sarà confermato il passaggio di tutta la Regione in zona rossa.

LE TAPPE DELL’EPOPEA LOMBARDA

6 foto Sfoglia la gallery