Cronaca
sequestro merce

Huggy Wuggy, 500 pupazzi non a norma sequestrati a Milano. Commerciante multato

I pupazzi che sta facendo furore tra i bambini non erano dotati di etichettatura corretta.

Huggy Wuggy, 500 pupazzi non a norma sequestrati a Milano. Commerciante multato
Cronaca Milano, 13 Maggio 2022 ore 15:39

MILANO – Sono la moda del momento i pupazzi Huggy Wuggy, il personaggio dei videogiochi trasformato in giocattolo mostruoso. La polizia locale ha sequestrato oltre 500 peluche risultati non a norma in un rivenditore di via Rosmini.

Huggy Wuggy, 500 pupazzi non a norma

Nei giorni scorsi gli agenti dell'Annonaria della Polizia locale hanno sequestrato 500 pupazzi in peluche che riproducono le fattezze di "Huggy Wuggy", il mostriciattolo blu e rosa dai denti aguzzi molto in voga tra i bambini appassionati di videogiochi. I giocattoli sono stati sequestrati presso un rivenditore-grossista di via Rosmini, in seguito a un controllo.

Secondo gli accertamenti degli agenti, i pupazzi sottoposti a sequestro non erano dotati di corretta etichettatura, ma riportavano solo la generica scritta “made in China”. La polizia ha anche multato il commerciante, un uomo di 51 anni di origine cinese, con una sanzione di 5mila euro.

I pupazzi venivano venduti al pubblico a 1/2 euro ciascuno a seconda delle dimensioni ed erano accatastati in alcuni scatoloni appoggiati sul pavimento, in evidenza e a disposizione della clientela.

Massima allerta per questo pupazzo

I controlli su questo pupazzo in voga anche tra i bambini proseguono, soprattutto dopo la nota diramata dalla polizia postale con delle precise raccomandazioni: i contenuti del videogioco Poppy Playtime, con protagonista l'orsacchiotto mostruoso, contengono parti non adatte a un pubblico con età inferiore ai 12 anni. I suoi denti aguzzi e il contesto del gioco ne fanno un personaggio minaccioso e potenzialmente ansiogeno.

Pupazzo Huggy Wuggy

Richiesta la collaborazione degli adulti

Gli agenti chiedono supervisione da parte degli adulti in quanto il videogioco e il personaggio potrebbero provocare stati di ansia nei bambini.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter