Cronaca
Cosa ci facevano lì?

Due giovani aggrediti e accoltellati fuori dalla metro per rapinarli di soldi e cellulari

Una brutale aggressione ieri sera ha portato al ferimento di due giovani. 

Due giovani aggrediti e accoltellati fuori dalla metro per rapinarli di soldi e cellulari
Cronaca Milano, 22 Aprile 2021 ore 10:55

Una brutale aggressione ieri sera ha portato al ferimento di due giovani.

Aggressione a San Donato

Rimangono ancora tanti dubbi sulla vicenda, e i dettagli sono ancora tutti da ricostruire. A partire dal motivo per il quale i due ragazzi di Crema, un 18enne italiano e un 20enne originario della Tunisia, siano scesi al capolinea della metro di San Donato dirigendosi verso un’area dismessa tra via Impastato e via Merignano. E poi bisognerà capire anche per quale motivo i due ragazzi sono stati accerchiati da cinque giovani, secondo le loro ricostruzioni, e aggrediti con coltelli e derubati di soldi e telefoni.

Aiutati da un passante e soccorsi

I colpi inferti, per fortuna, non sono stati fatali: i due ragazzi sono stati medicati dal personale del 118, allertato da un passante che ha aiutato i giovani, e portati al pronto soccorso dell’ospedale Policlinico e del Niguarda, entrambi in codice giallo per le ferite riportate all’addome, a un braccio e al volto. Le indagini sono in corso per ricostruire ogni dettaglio della vicenda. Dalle primissime informazioni, non si tratterebbe di una baby gang ma di un’aggressione mirata.

Cosa ci facevano lì?

Forse i due avevano appuntamento con qualcuno e sono stati pedinati dai giovani criminali. Da chiarire anche il motivo che ha spinto il 18enne e il 20enne a recarsi in quel luogo disabitato, al capolinea della metro, da cui spesso arrivano segnalazioni di spaccio e delinquenza.