Cronaca
RESCALDINA-CERRO

Ditta chimica in fiamme alle porte di Milano, i sindaci: "Chiudete le finestre"

L'appello dei primi cittadini alla popolazione dopo l'incendio.

Ditta chimica in fiamme alle porte di Milano, i sindaci: "Chiudete le finestre"
Cronaca Milano, 27 Luglio 2022 ore 12:37

Ditta in fiamme a Uboldo sul confine con Rescaldina, l'appello dei sindaci.

Ditta in fiamme sul confine

Rogo in una ditta di lavorazioni chimiche in via Legnano a Uboldo, sul confine con Rescaldina. Come riportano i colleghi di Prima Milano Ovest, il rogo è divampato all'alba, al lavoro i Vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona. Per cause da accertarsi si è verificato un incendio presso una ditta che effettua lavorazioni chimiche. L’intervento è in corso, sul posto stanno operando i vigili del fuoco delle sedi di Saronno, Busto-Gallarate e Varese. I quindici operatori sono intervenuti con due autopompe, due autobotti e un carro aria (automezzo per il trasporto di bombole di aria respirabile) . Sul posto anche gli specialisti del nucleo N.B.C.R. (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) di Milano. Sul posto anche AST e ARPA per i rilievi del caso. Attualmente non si registrano particolari criticità. Si invitano i cittadini a chiudere le finestre.

L'appello dei sindaci

"Contattati dal Comune di Uboldo per un incendio sviluppatosi nella zona industriale al confine con Rescaldina, su indicazione dei Vigili del Fuoco e di Arpa, si invitano i Cittadini a chiudere le finestre - afferma il sindaco di Rescaldina Gilles Ielo e quello di Cerro Maggiore Nuccia Berra - Sono in corso verifiche e monitoraggio della qualità dell'aria, con attenzione ai venti, attualmente registrati in direzione sud-sudest quindi in direzione opposta al nostro Comune e in direzione Cantalupo ma nelle prossime ore potrebbero direzionarsi verso nord-nordovest e pertanto interessare l'abitato rescaldinese. In attesa di maggiori indicazioni dagli organi competenti per eventuale ordinanza sindacale, invito i cittadini ad avere un atteggiamento cauto e prudenziale e a chiudere le finestre".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter