Cronaca
Nella stazione di Rogoredo

Deruba passeggeri sui treni, ecco come agisce il "ladro di bagagli"

E' successo nella stazione di Milano Rogoredo durante la sosta del Freccia Rossa diretto a Napoli.

Deruba passeggeri sui treni, ecco come agisce il "ladro di bagagli"
Cronaca Milano, 15 Aprile 2021 ore 11:00

Deruba passeggeri sui treni, ecco come agisce il "ladro di bagagli".

Deruba passeggeri sui treni, ecco come agisce il "ladro di bagagli"

MILANO – Ieri, un cittadino marocchino di 46 anni, pregiudicato e irregolare, è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Milano per aver commesso un furto a bordo di un treno Freccia Rossa ai danni di due viaggiatori.

Il furto nella stazione di Rogoredo sul Freccia Rossa diretto a Napoli

Gli agenti in servizio di vigilanza nella stazione di Milano Rogoredo, durante la sosta del treno diretto a Napoli, hanno visto un uomo, già conosciuto per altri furti sui convogli dell’alta velocità, che scendeva da una carrozza con due zaini e una borsa porta computer. L'uomo con tutta calma si è diretto verso l’uscita della stazione ma è stato bloccato dagli operatori Polfer.

In arresto per furto e ricettazione dalla Polfer

I poliziotti hanno accertato che gli oggetti in suo possesso appartenevano a due distinti viaggiatori che sono stati contattati telefonicamente, visto che il treno era ormai ripartito. I passeggeri, completamente ignari del furto, hanno assicurato di procedere con la denuncia e presto rientreranno in possesso della refurtiva. Dalla visione delle immagini dell'impianto di videosorveglianza, si vede chiaramente l'uomo salire sul treno alla stazione di Milano Centrale, nonostante fosse sprovvisto di biglietto.

Il modus operandi del 46enne

Il 46enne aveva agito diverse volte allo stesso modo:  approfittando del breve tragitto da Milano Centrale a Rogoredo, cura i passeggeri mentre stanno sistemando i bagagli e prendendo posto sul vagone, per poi derubarli. Durante la perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso anche di una collana d’oro, un orologio di valore, un telefono cellulare e altri oggetti di cui non sapeva giustificare la provenienza. Oltre a essere arrestato per furto, dovrà rispondere anche di ricettazione.