Verso l'1,30 di notte

Corso Como, quattro giovani aggrediti e rapinati da una banda di origini nordafricane

Dopo aver sottratto loro i cellulari ed un orologio, la banda li ha colpiti con delle bottiglie in vetro ed oggetti da taglio, dandosi poi alla fuga

Corso Como, quattro giovani aggrediti e rapinati da una banda di origini nordafricane
Cronaca Milano, 14 Giugno 2021 ore 10:32

Grande paura per quattro giovani ragazzi milanesi nel corso della notte. Tra Piazza XXV Aprile e Corso Como sono stati rapinati e aggrediti con oggetti da taglio da una banda di origini nordafricane. Tra le vittime un minorenne di 17 anni trasportato in ospedale con ferite lacero contuse al naso e al labbro.

Rapina con aggressione in Corso Como

La rapina con aggressione ai quattro ragazzi milanesi è avvenuta nelle primissime ore di questa notte, lunedì 14 giugno 2021, verso l'1,35 tra Piazza XXV Aprile e Corso Como. I quattro giovani, di età compresa tra i 17 e i 19 anni, sono stati presi di mira da una banda di origini nordafricane.

Quest'ultima, formata da 5/6 persone coetanee delle vittime, dopo aver sottratto loro con la forza i telefoni cellulari e e un orologio, ha cominciato a colpire i quattro ragazzi con bottiglie di vetro e oggetti da taglio, dandosi poi alla fuga. Sul posto, grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, sono intervenuti i militari della PMZ della compagnia di Milano Duomo e della Stazione Moscova.

17enne portato in ospedale per  ferite al naso e al labbro

Tra i quattro ragazzi aggrediti, quello che ha avuto la peggio è stato un 17enne italiano che è stato portato all'Ospedale Città Studi per ferite lacero contuse al naso e al labbro. Anche un suo amico 19enne è stato trasportato all'Ospedale Fatebenefratelli in codice verde per lievi ferite da taglio alla testa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Si sveglia dopo un anno di coma durante la telefonata del figlio: "Sentivo tutto"

Gli ultimi due giovani di 18 anni, uno italiano e l'altro di origini romene, non hanno riportato lesioni significative ed eventuali contusioni ed escoriazioni sono state medicate sul posto. Le forze dell'Ordine stanno ora indagando per identificare gli aggressori.