Cronaca
Spregevole attacco

Colpo basso dei No vax: diffondono in Rete il cellulare del sindaco Sala

Il primo cittadino di Milano pronto a denunciare.

Colpo basso dei No vax: diffondono in Rete il cellulare del sindaco Sala
Cronaca Milano, 27 Ottobre 2021 ore 15:25

Ospite alla trasmissione "L'Aria che tira" il sindaco di Milano giorni fa ha risposto a una domanda in merito alle manifestazioni No Green Pass che ormai da 14 settimane si susseguono settimanalmente il sabato pomeriggio, con cortei non autorizzati che sfilano per le vie centrali della città e che col passare del tempo stanno diventando sempre più un problema, anche per i commercianti.

Le affermazioni di Sala

Sala, nell'occasione, dopo aver scartato l'opzione di caricare i manifestanti, aveva affermato:

"Io ho seguito i molti sabati - siamo a 14 - e questi (riferito ai manifestanti) si separano in varie parti, perché non c’è un corteo. (per contrastarli) la Polizia o ha 3-4 volte gli uomini le donne a disposizione per fronteggiarli o non ce la fa.

La soluzione sarebbe isolarli ma sono talmente tanti che è difficile. Si diramano in varie parti. Noi pensiamo ad una manifestazione ma sono più manifestazioni, partono in origine uniti ma poi vanno dove vogliono."

Alla domanda della giornalista se esistesse una possibilità di dialogo con queste persone Sala ha riportato un aneddoto:

"Guardi, venerdì sera stavo camminando da casa della mia compagna a casa mia a un certo punto mi incrocia un tipo con un monopattino e mi dice "Sindaco le devo parlare" e mi ha bloccato 20 minuti sul marciapiede, lui era un no Green pass e ci ho parlato, con l’unica soddisfazione che alla fine mi ha detto "guardi io la detestavo e invece ho capito che è una brava persona". Ma non siamo arrivati a nulla perché c'è troppa contro informazione. Alla fine gli ho chiesto perchè non si vaccinasse e mi ha risposto "Perchè ho paura".

No Green pass scagliati contro Sala

Dopo l'intervento del primo cittadino meneghino, in internet, in particolar modo su Telegram, il popolo dei No Green pass si è scagliato contro di lui per le affermazioni rese, fomentate e distorte anche da due quotidiani di destra che il giorno dopo hanno distorto una citazione detta durante l'intervista.

Oggi Sala ha pubblicato su Facebook un video in cui evidenzia la gravità della situazione e l'importanza di non scherzare con il fuoco, soprattutto in questo momento.

"Buongiorno Milano da Palazzo Marino. Alcuni giorni fa ho partecipato ad una trasmissione, L’aria che tira, e la giornalista mi rendeva conto dei disagi che ogni sabato attraversano Milano per le manifestazioni dei no Greenpeace.

Io ho risposto che la Polizia potrebbe solo fare una cosa, caricare, cosa che ovviamente io capisco il prefetto non intende fare. Poi andando avanti nella risposta dico che servirebbero più uomini e donne della polizia sul campo per contenerli, posto che l’opzione carica non esiste.

Il giorno dopo guardate cosa titolano due quotidiani: "La verità": "Sala: la polizia carichi i No Green pass" e "Il Giornale" "Sala, giusto caricare il corteo no Green pass".

Ora da alcune ore su Telegram si è scatenato il mondo dei no Green pass, ci sono i miei numeri di telefono, c'è la mia e-mail e si parla di decapitazioni. Cosa devo fare? Innanzitutto querelerò i due giornali, poi cercherò di stare tranquillo... però voglio dire a tutti non si scherza con il fuoco in questo momento."