Menu
Cerca
Video virale

Colonne e Coltelli, a San Lorenzo succede di tutto

Nella serata di sabato un giovane è stato accoltellato ad un fianco. Qualche giorno dopo, invece, un ragazzo è stato immortalato mentre brandiva un machete per farsi giustizia da solo.

Cronaca Milano, 09 Giugno 2021 ore 11:07

Alle colonne di San Lorenzo a Milano si sono verificati due episodi di violenza giovanile che sarebbero potuti finire in disgrazia: nella serata di sabato 5 maggio un ragazzo è stato accoltellato ad un fianco in corso Porta Ticinese. Qualche giorno più tardi, invece, un giovane è stato immortalato in un video mentre, armato di machete, stava cercando di farsi giustizia da solo.

26enne accoltellato in corso Porta Ticinese

IL GIOVANE FERITO A TERRA:

Nella serata di sabato 5 giugno, verso le 23,45, e quindi ben oltre l'orario del coprifuoco, spostato a mezzanotte solo dalla giornata di lunedì 7 giugno, un giovane di 26 anni è stato accoltellato ad un fianco mentre stava percorrendo corso Porta Ticinese all'altezza delle colonne di San Lorenzo.

Subito sono accorsi sul posto gli operatori sanitari che hanno trovato il 26enne in gravi condizioni, con una ferita da taglio all'addome. Dopo aver ricevuto le prime cure mediche sul luogo dell'accoltellamento, il giovane è stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso del Policlinico dove è stato preso in carico dai dottori. Fortunatamente, col passare delle ore, le sue condizioni sono migliorate e sarebbe stato dichiarato fuori pericolo.

Armato di machete prova a farsi giustizia da solo

ARMATO DI MACHETE ALLE COLONNE:

Le colonne di San Lorenzo continuano ad essere teatro di violenza. Esattamente pochi giorni dopo l'accoltellamento del 26enne, un giovane ha cercato di farsi giustizia da solo contro i rivali, brandendo in mano un machete. Tutta la scena è stata immortalata in un video, diventato subito virale sui social network, come ormai da prassi: dalle immagini del filmato si può constatate l'ira del ragazzo con l'arma da taglio ben salda e il tentativo di alcuni suoi amici di bloccare il suo furore. Sullo sfondo tantissimi altri giovani, coinvolti direttamente nella zuffa o che semplicemente stavano assistendo alla rissa. Una situazione di totale degrado, testimoniata anche dalla grande quantità di bottiglie di vetro rotte per terra.