controlli

Birra al tavolo di un bar: multati 13 ragazzi e chiuso il locale

Anche nell’ultimo periodo di emergenza i carabinieri sono impegnati su tutto il territorio della Provincia di Milano per garantire il rispetto delle misure anti covid.

Birra al tavolo di un bar: multati 13 ragazzi e chiuso il locale
Cronaca 15 Gennaio 2021 ore 17:24

Birra al tavolo di un bar: multati 13 ragazzi e chiuso il locale.

Birra al tavolo di un bar: multati 13 ragazzi e chiuso il locale

MILANO – Controlli per verificare il corretto rispetto delle normative anti covid sul territorio, dopo alcuni casi già raccontati.

Ieri sera a Pessano con Bornago

Ieri sera, a Pessano con Bornago, i carabinieri della stazione di Carugate hanno proceduto alla sospensione provvisoria di un esercizio pubblico per la durata di 5 giorni sanzionando il titolare, 24enne di origini cinesi, per la violazione del divieto di somministrazione all’interno dell’esercizio.

La segnalazione da un carabiniere fuori servizio

L’attività è scaturita dopo che un militare libero dal servizio ha notato la presenza di due clienti intenti a consumare una birra e dirigersi nella sala retrostante del bar, chiedendo quindi l’intervento in ausilio della pattuglia della stazione di Carugate, impegnata in uno specifico servizio di ordine pubblico per la verifica delle normative.

I ragazzi si trovavano in una sala posteriore del bar

Durante il sopralluogo, i militari hanno accertato, in una sala posteriore, la presenza di 13 ragazzi, di cui 4 residenti in altri comuni, intenti a consumare l’aperitivo seduti tutti vicini tra di loro al tavolo del locale. Per tutti è stata elevata la sanzione amministrativa per la violazione del divieto di assembramento e il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione. Per i quattro clienti provenienti da altri comuni è scattata anche la multa prevista per chi non rispetta il divieto di spostamento.

I controlli dei carabinieri per garantire il rispetto delle misure anti covid

Anche nell’ultimo periodo di emergenza, così come nel corso della prima ondata, i carabinieri sono stati impegnati su tutto il territorio della Provincia di Milano per garantire il rispetto delle misure anti covid. Numerosi sono stati quindi i controlli e gli interventi che hanno portato a contestare diverse infrazioni a privati cittadini o gestori di esercizi pubblici.

194 le persone multate e 13 esercizi temporaneamente chiusi

Sono state sanzionate 194 persone, sorprese durante feste private organizzate in abitazione o trovate al di fuori degli orari di apertura previsti dai decreti o senza che fossero rispettate le norme sul distanziamento, all’interno di 13 esercizi pubblici che sono stati quindi temporaneamente chiusi.

L’intervento in via Niccolini: una festa illegale con 20 giovani

Tra i tanti interventi, quello in via Niccolini a Milano dove, all’interno di un appartamento affittato dagli organizzatori, sono stati trovati 20 giovani tutti tra i 18 e i 20 anni che, sprovvisti di mascherine, occupavano i diversi locali  ascoltando musica ad alto volume e consumando alcolici.

Chiusi un salone di bellezza a Milano e un bar a Vignate

Un altro intervento dei carabinieri è avvenuto in un salone di bellezza a Milano e un altro in un bar di Vignate, all’interno dei quali sono state trovate numerose persone, nessuna munita dei previsti dispositivi di protezione individuale. I locali sono stati quindi chiusi.