Cronaca
il video della rapina

Avevano rapinato di un rolex in centro a Milano e si nascondevano a Rozzano: estradato il complice

Il 34enne, allertato dalla cattura del complice, si era rifugiato all'estero dove si è reso latitante per circa un anno.

Cronaca Milano, 30 Aprile 2022 ore 12:16

Avevano rapinato un uomo di un rolex in pieno centro a Milano e avevano come base per nascondersi Rozzano: estradato il complice dalla Spagna.

La rapina di un rolex in centro a Milano e il covo a Rozzano: estradato il complice

MILANO - La Polizia di Stato ha arrestato per rapina aggravata in concorso un 34enne italiano che, dopo l'arresto del complice, era fuggito in Spagna. L'arresto giovedì mattina all'aeroporto di Linate, al termine di un'attività coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano.

Una rapina violenta in centro a Milano

L'attività investigativa condotta dai poliziotti del Commissariato Centro ha preso il via dalla denuncia di un 66enne che, l'8 ottobre 2020, mentre era bordo della propria autovettura, era stato seguito da due uomini in sella a due scooter fino all'interno della propria area box in centro a Milano dove uno dei due, dopo averlo più volte colpito con pugni al volto e al petto, era riuscito a impossessarsi dell'orologio di lusso che portava al polso. I due, poi, erano fuggiti con i rispettivi ciclomotori.

La ricostruzione degli inquirenti: da Napoli a Milano per rubare un Rolex, arrestato esperto rapinatore

Gli agenti del Commissariato Centro hanno dapprima ricostruito, tramite la visione dei filmati, tutte le fasi relative alla rapina sino a giungere all'individuazione del covo a Rozzano, dove i due avevano fissato la loro base. Una volta acquisite le prove e individuato uno degli autori del fatto, il 10 febbraio 2021 i poliziotti hanno rintracciato il 31enne a Napoli dove hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare emessa a suo carico.

Il complice era fuggito in Spagna

Il risultato della scrupolosa attività d'indagine ha permesso agli agenti di giungere alla certa identificazione del secondo uomo e di poter richiedere all'autorità giudiziaria un nuovo provvedimento restrittivo a carico del 34enne che, tuttavia, allertato dalla cattura del complice, si era nel frattempo rifugiato all'estero dove si è reso latitante per circa un anno.

Il mandato di arresto europeo emesso dall'autorità giudiziaria ha permesso, lo scorso 4 marzo 2022, alla polizia spagnola di procedere alla cattura dell'indiziato e alla sua successiva estradizione: arrivato a Linate, l'uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di San Vittore a disposizione della Corte di Appello di Milano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter