Cronaca
la cronaca

Ancora tensioni al corteo no Green Pass: deviazione dal percorso autorizzato

Per il sedicesimo sabato consecutivo i manifestanti No Green Pass si sono radunati in piazza Fontana.

Ancora tensioni al corteo no Green Pass: deviazione dal percorso autorizzato
Cronaca Milano, 06 Novembre 2021 ore 22:06

Ancora tensioni al corteo no Green Pass: deviazione dal percorso autorizzato. (foto MiaNews)

Ancora tensioni al corteo no Green Pass: deviazione dal percorso autorizzato

MILANO - Per il sedicesimo sabato consecutivo i manifestanti No Green Pass si sono radunati in piazza Fontana. Nei giorni scorsi il questore di Milano Giuseppe Petronzi aveva emesso un provvedimento di prescrizione per l’itinerario del corteo di questo pomeriggio dopo che i negoziati per un percorso condiviso erano saltati.

Nelle indicazioni della Questura il corteo, con partenza da piazza Fontana, avrebbe dovuto sfilare per piazza Duomo, via Mazzini, piazza Missori, corso di Porta Romana, viale Caldara, viale Regina Margherita, piazza V Giornate, viale Bianca Maria, corso XXII Marzo, viale Piceno, via dei Mille, viale Abruzzi, piazzale Loreto, corso Buenos Aires sino in piazza Oberdan, dove la manifestazione dovrà concludersi.

I No Green Pass hanno promesso, attraverso le chat di Telegram, che non avrebbero seguito percorsi obbligati. Le vie limitrofe a piazza Duomo sono state presidiate dalle forze dell’ordine.

6 foto Sfoglia la gallery

La cronaca del sedicesimo sabato di protesta: scontro con un giornalista ancora prima di partire in corteo, due portati in Questura

In piazza Fontana, mentre il corteo non è ancora partito, due manifestanti No Green Pass hanno spintonato Saverio Tommasi, giornalista di Fanpage. Entrambi sono stati portati dalle forze dell’ordine in Questura, uno dei due era senza documenti di riconoscimento.

17.55  La testa del corteo No Green Pass, partito da piazza Fontana, ha raggiunto piazza Missori dopo aver attraversato piazza Duomo e via Mazzini. Gli accessi alle vie laterali sono stati presidiati dalle forze dell'ordine. Fino a quel momento i manifestanti hanno rispettato le prescrizioni indicate dalla Questura.

Il corteo si divide: violato il percorso prescritto dalla Prefettura bloccando il traffico

18,40 Il corteo No Green Pass, partito poco prima delle 17 da piazza Fontana, dopo essere passato per piazza Missori e corso di Porta Romana, all'altezza di largo della Crocetta si è diviso. Una minoranza dei manifestanti ha rispettato le prescrizioni della Questura e ha marciato verso piazza delle Medaglie d'Oro. La maggior parte degli attivisti ha invece deviato in viale Beatrice D'Este in direzione corso Italia ed è stata bloccata dalle forze dell'ordine.

19,30 I manifestanti No Green Pass che hanno deviato dal percorso stabilito dalla Questura e sono fermati dalle forze dell'ordine in viale Beatrice D'Este hanno tentato di aggirare il blocco passando in via Anelli. Bloccati nuovamente, gli attivisti hanno girato attorno all'isolato e sono tornati in viale Beatrice D'Este confermando l'intenzione di sfilare verso i Navigli.

20,00 Gli attivisti No Green Pass che hanno deviato dal percorso stabilito dalla Questura, dopo essere stati bloccati dalle forze dell'ordine in viale Beatrice D'Este, si stanno dirigendo verso piazza Cinque Giornate. Si sono registrate alcune tensioni con gli automobilisti bloccati dai manifestanti. Secondo la Questura, i manifestanti partiti dal concentramento in piazza Fontana sono 4mila di cui 700 hanno sfilato lungo il percorso consentito. Un giovane manifestante è stato inoltre fermato perché sorpreso a imbrattare con una scritta i mezzi della Polizia.

20,30 I due ‘tronconi’ si sono ricongiunti in piazza V Giornate. Nessun tentativo di dirigersi verso la sede della Camera del lavoro, vicina alla sede del Palazzo di giustizia, né di tentare incursioni nelle vie del centro piene di negozi e turisti. Ora il corteo sta proseguendo lungo corso XXII marzo (strada presente nell’itinerario deciso dalla Prefettura) e punta verso corso Buenos Aires.

La strategia del caos in scena a Milano

21,00 Continua la strategia dei continui cambi di direzione da parte dei partecipanti al corteo: l’obiettivo ormai evidente è creare il massimo dei disagi e del caos al traffico. I manifestanti sono stati più volte bloccati da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza: si sono divisi in vari gruppi provocando disagi al traffico e ai mezzi pubblici, bloccati o deviati. È diminuito il numero dei manifestanti che comunque continuano a muoversi bloccando il traffico, con insulti ai giornalisti presenti.

21,30 Dopo circa quattro ore di corteo no green pass i manifestanti si sono seduti in via Anfossi, così riporta Corsera, e scandiscono il tempo con le mani e il grido "no green pass". Sono ancora lontani da raggiungere piazza Oberdan dove il corteo si sarebbe dovuto sciogliere alle ore 21. Durante le fasi di deviazioni dell’itinerario, "i manifestanti provocavano notevoli e deliberati disagi al traffico e al trasporto pubblico. Alcuni esagitati si sono addirittura abbandonati ad azioni ostili e minacce verso ignari automobilisti imbottigliati dagli improvvisi blocchi deliberatamente realizzati in più punti tutti distanti o non coerenti col percorso prescritto", fanno sapere dalla Questura.

21,40 "Attraverso una serie di complesse e ripetute manovre", i contingenti di polizia sono riusciti "a raccogliere i rimanenti mille manifestanti e a incanalarli fino a bloccarli completamente nelle vie Sciesa e Anfossi dove gli stessi sono impossibilitati a proseguire indisciplinatamente la scorreria in atto", sottolineano fonti della questura. È stata avviata "una azione volta a consentire ai manifestanti di allontanarsi soltanto alla spicciolata".