il caso

Alberto Genovese esce dal carcere e va a disintossicarsi in una clinica

L'imprenditore è accusato di aver abusato di due donne: era in carcere da otto mesi.

Alberto Genovese esce dal carcere e va a disintossicarsi in una clinica
Cronaca Milano, 28 Luglio 2021 ore 15:37

Dopo otto mesi di carcere ieri, 27 luglio 2021, l'imprenditore milanese Alberto Genovese accusato di aver abusato sessualmente di due donne è stato scarcerato per continuare la propria reclusione in una clinica agli arresti domiciliari.

Scarcerato Alberto Genovese

L'imprenditore, accusato di aver violentato nei confronti di due donne, prima stordite da un mix stupefacenti e poi abusate, è stato rilasciato dopo otto mesi di carcere. Genovese andrà in una clinica dove si disintossicherà dalla dipendenza da stupefacenti e dove sarà sempre rintracciabile tramite il braccialetto elettronico.

Questa è la decisione del gip Tommaso Perna che ha accolto la richiesta avanzata dalla difesa.

Le accuse nei confronti di Genovese

Alberto Genovese è ritenuto presunto responsabile di violenza sessuale nei confronti di una 18enne - abuso che sarebbe avvenuto il 10 ottobre a Milano - e di una 23enne - abuso presumibilmente avvenuto il 10 luglio 2020 a Ibiza: in entrambi i casi l'imprenditore avrebbe stordito le vittime con un mix di droghe e poi avrebbe abusato di loro. Indagata per la seconda violenza è anche la ex fidanzata di Genovese.

L'accusa formale è quella di violenza sessuale aggravata, lesioni personali e detenzione e cessione di sostanze stupefacenti: nelle prossime settimane il caso arriverà davanti al gup che dovrà decidere sul rinvio o meno a giudizio, considerando la possibilità che l'imprenditore scelta il rito abbreviato che gli consentirebbe uno sconto di pena di un terzo con processo a porte chiuse.