Cronaca
Collinetta dei Ciliegi

Aggredito e derubato assieme a un amico, statunitense lasciato senza soldi e documenti per tornare a casa

L'aggressione ai due giovani è avvenuta nella serata di mercoledì 15 dicembre, poche ore prima del volo di ritorno per gli Stati Uniti.

Aggredito e derubato assieme a un amico, statunitense lasciato senza soldi e documenti per tornare a casa
Cronaca Milano, 16 Dicembre 2021 ore 12:12

Nella serata di mercoledì 15 dicembre 2021, verso le 21.30 due giovani ragazzi - uno italiano e uno americano - sono stati minacciati e derubati mentre si trovavano sulla collinetta dei ciliegi, nel quartiere Bicocca, lasciati senza un soldo, documenti e persino senza giacca.

Disavventura per due giovani malmenati e derubati sulla collinetta dei ciliegi

La storia, come spesso accade, segue sempre lo stesso copione: due giovani ragazzi braccati in una zona periferica e derubati di tutto. Nello specifico ieri sera due ventenni, uno americano e uno italiano, si trovavano soli nei pressi della collinetta dei ciliegi, piccolo promontorio artificiale che svetta non distante dall'università Bicocca e che di sera a causa della sua posizione isolata e della scarsa luminosità è poco frequentato e controllabile. I due sono stati avvicinati da alcuni malviventi che, passamontagna sul volto e collo di bottiglia rotto in mano, li hanno malmenati e minacciati per rubare loro tutto ciò che avevano.

Le vittime senza opporre resistenza hanno consegnato ai due aggressori tutto ciò che avevano: portafogli, documenti, carte di credito, zaino, computer, cellulare e persino la giacca che uno dei due indossava, particolarmente appetibile agli occhi dei ladri.

Soccorsi da un ragazzo di passaggio

Dopo il furto i malviventi si sono dileguati nel buio, lasciando le giovani vittime al freddo, completamente sotto shock per quanto appena successo. I due giovani sono stati soccorsi da un 25enne di passaggio che li ha aiutati a chiamare la Polizia che, una volta giunta sul posto, ha provveduto anche a medicare uno dei due ragazzi che aveva una mano ferita a causa dell'aggressione poco prima subita.

Derubato la sera prima del volo

Il 25enne, assieme a un amico poco più grande, li ha accompagnati prima in Questura per denunciare il furto e poi al consolato americano. Oltre alla violenza e alla paura, infatti, sfortuna vuole che il giovane statunitense aggredito avesse un volo alle 6 di questa mattina, ma a causa del furto subito non aveva più né documenti d'identità né passaporto per poter viaggiare ed è stato necessario farsi fare una documentazione provvisoria per poter tornare in patria.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter