Menu
Cerca
venerdì 28 maggio

Addio a Carla Fracci, oggi al Teatro alla Scala la camera ardente

La sua Milano, la sua città, le dice addio ospitandola per l'ultima volta: la camera ardente si terrà proprio lì dove per lei è stata casa, al Teatro alla Scala.

Addio a Carla Fracci, oggi al Teatro alla Scala la camera ardente
Cronaca Milano, 27 Maggio 2021 ore 15:39

Si è spenta nella mattinata di ieri, giovedì 27 maggio 2021, la regina del balletto, la grande étoile milanese: Carla Fracci è scomparsa a 84 anni. E la sua Milano, la sua città, le dice addio ospitandola per l'ultima volta: la camera ardente si terrà proprio lì dove per lei è stata casa, al Teatro alla Scala.

(Alza il volume e ascolta il video servizio dedicato a Carla Fracci di Sky TG24)


Ha danzato in tutto il mondo accanto ai danzatori più importanti: diventata la più leggendaria ballerina classica di sempre. Negli ultimi anni aveva lavorato dietro le quinte, dirigendo diversi corpi di ballo, tra cui quello del San Carlo.

LEGGI ANCHE: Addio a Carla Fracci: l’étoile milanese si è spenta a 84 anni

Camera ardente al teatro alla Scala

La camera ardente di Carla Fracci è stata allestita nel foyer del teatro alla Scala di Milano oggi, venerdì 28 maggio 2021, dalle 10:30 alle 18. Il sovrintendente Dominique Meyer ha dichiarato che si tratta di una decisione più unica che rara ma che, trattandosi di Carla Fracci, è anche più che giustificata essendo stata la ballerina più importante del teatro degli ultimi cento anni, nonché una stella importantissima nella danza internazionale.

LEGGI ANCHE: E' morta Carla Fracci: straordinaria étoile autoironica, amata dalla gente

Cordoglio per la scomparsa di Carla Fracci

Il suo nome rimarrà per sempre legato a quello del Teatro alla Scala, dove è stata allestita la camera ardente.  In queste ore Roberto Bolle, altro grande nome italiano legato al mondo della danza, la ricorda con affetto e commozione:

"Era il mondo della danza, ricordo la prima volta che abbiamo ballato insieme in Giappone ed è stato un momento emozionante e molto terrorizzante, avevo 20 anni, ricordo la sua generosità nell'aiutarmi ad affrontare quel momento. E' stata una coach incredibile, una Giselle iconica, rimane il suo carisma e la luce che portava in scena. illuminava la scena e arrivava al cuore degli spettatori."

La commozione per la sua scomparsa arriva da tutto il teatro, in particolare Dominique Meyer:

" Ha danzato ovunque, in tutti i paesi e io ritengono fosse una deliziosa donna che veniva spesso. non capisco che sia passata così, faceva e farà sempre parte di questo teatro".

Anche il sindaco di Milano, Beppe Sala, he voluto ricordare la grande ballerina milanese:

Carla Fracci è stata una delle più grandi ballerine del mondo. Anzi, ci sono stagioni in cui è stata la più grande. In assoluto. Ma la sua vera grandezza non è raccontata solo dagli applausi, dalle critiche e dai premi. Carla non ha mai dimenticato le sue origini, perché non si è mai richiusa nella gloria, ma ha continuato a innovare e a innovarsi, non ha mai fatto mancare la sua voce e la sua critica nel commentare la nostra società e i suoi limiti. Per tutto questo Carla Fracci resterà nel cuore di Milano. Grazie, Carla, non dimenticheremo mai i voli della tua danza e la tua fedeltà alle tue radici. Le nostre radici. Le radici della Scala e della nostra Milano.

Anche il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha voluto ricordare Carla Fracci, la "stella delle stelle":

Ci lascia Carla Fracci, la stella delle stelle.
Una grandissima artista che ha scritto la storia della danza, dell'arte, della cultura. Un tratto indelebile che rimarrà impresso per sempre nel cuore e nella mente di tutti noi. Una milanese che amava infinitamente la sua città e la Lombardia.
Nel 2020 le avevamo assegnato il Premio Rosa Camuna per certificare come la Regione considerasse la sua carriera simbolo dell'eccellenza lombarda.
Guarda le foto della la grande étoile milanese:
11 foto Sfoglia la gallery

Giordana Liliana Monti