Cronaca
ancora scontri

100 identificati e 9 denunce dopo il 19esimo sabato di proteste No Pass

In corso ulteriori accertamenti nei confronti dei partecipanti alla manifestazione non preavvisata per eventuali provvedimenti.

100 identificati e 9 denunce dopo il 19esimo sabato di proteste No Pass
Cronaca Milano, 28 Novembre 2021 ore 14:49

100 identificati e 9 denunce dopo il 19esimo sabato di proteste No Pass.

100 identificati e 9 denunce dopo il 19esimo sabato di proteste No Pass

MILANO - Nel corso del pomeriggio di ieri, sabato 27 novembre, in cui a Milano si sono svolti un presidio preavvisato all'Arco della Pace e una manifestazione non preavvisata in piazza Duomo dalla quale circa 150 persone si sono mosse verso corso di Porta Ticinese, la Polizia di Stato ha identificato 100 persone delle quali 9 saranno denunciate per manifestazione non preavvisata, violenza privata e interruzione di servizio pubblico. Lo comunica la questura.

Sono in corso ulteriori accertamenti nei confronti dei partecipanti alla manifestazione non preavvisata per eventuali provvedimenti dell'autorità giudiziaria e per sanzioni amministrative anche per il mancato utilizzo delle mascherine.

La cronaca del 19esimo sabato di protesta

ore 18,00: Dopo il presidio, annunciato, all'Arco della Pace, con circa duecento presenti, è continuata in piazza Duomo la manifestazione dei 'no green pass'. Alcune decine di persone si sono radunate in centro, molti senza mascherina nonostante l'obbligo di mascherina all'aperto in centro, a partire da oggi come stabilito dall'ordinanza del sindaco. Il gruppo, alcuni seduti a terra, intona slogan ed è circondato dalle forze dell'ordine. La situazione e' al momento tranquilla.

ore 18,30: Un gruppo di manifestanti 'no green pass' è riuscito a radunarsi all'inizio di via Torino, la strada è stata bloccata dalle forze dell'ordine. L'intenzione è sembrata quella di improvvisare un corteo. Le forze dell'ordine si sono riposizionate per impedire ai manifestanti di percorrere altre vie. Alcuni negozi, come lo store Zara, hanno abbassato le serrande. Il gruppo si è fermato all'incrocio tra via Torino e piazza Duomo. Bloccate le linee tram che percorrono via Torino, mentre i manifestanti, un gruppo consistente, scandivano slogan contro il premier Draghi urlando 'corteo, corteo'.

La nota della Questura

ore 18,50: "Quattrocento, nel pomeriggio, i manifestanti 'green pass' radunati all'Arco della Pace, mentre nel tardo pomeriggio un centinaio di persone si sono radunate "alla spicciolata", riferisce la questura, in piazza Duomo e "ha tentato di dare luogo a una protesta non preavvisata con slogan e canti contravvenendo, inoltre, per la maggioranza dei presenti, all'ordinanza del sindaco circa l'obbligo della mascherina lungo l'asse Castello-San Babila. Il dispositivo della Questura è immediatamente intervenuto ed ha al momento perimetrato i manifestanti", si legge nella nota.

Bloccato il corteo diretto verso i Navigli

ore 19,15: Un corteo non autorizzato di attivisti No Green Pass è partito da piazza del Duomo e, dopo aver sfilato in via Torino, ha raggiunto corso San Gottardo con l'intento di raggiungere la Darsena. Le forze dell'ordine hanno bloccato i manifestanti all'altezza del Museo Diocesano.

Confcommercio: "Ancora disagi, prevalga la responsabilità"

"Il diciannovesimo sabato di proteste no Green pass nel centro di Milano ha provocato ancora disagi a cittadini e imprese. Per l'ennesima volta chiediamo che prevalga un senso di responsabilità comune per far rientrare queste proteste nel perimetro della legalità. E' assurdo, infatti, che si debbano colpire l'economia e la società in una situazione ancora di forte difficoltà per il perdurare della pandemia". Lo dichiara Mario Peserico, vicepresidente di Confcommercio Milano.