Via da Milano

Silvia Romano si è sposata con un amico d'infanzia: rito islamico e massimo riserbo

Le nozze in gran segreto nell'autunno scorso, anche lui si è convertito ed ha abbracciato la religione della milanese 26enne.

Silvia Romano si è sposata con un amico d'infanzia: rito islamico e massimo riserbo
Attualità Milano, 07 Maggio 2021 ore 11:21

Silvia Aisha Romano, la 26enne cooperante milanese liberata il 9 maggio 2020 dopo diciotto mesi di prigionia in Somalia, si è allontanata da Milano e si è sposata. La giovane, dopo la sua conversione all'Islam, era finita nel berasaglio di haters che le rinfacciavano il "costo" che la sua libertà avrebbe avuto per le casse dello Stato.

Silvia Romano si è sposata

Oltre al trauma di un lungo rapimento in Africa anche quello di essere stata messa alla berlina da una larga fetta di italiani e dall'opinione pubblica. Complice anche la sua scelta, giudicata malevolmente da molti, di convertirsi. E così Silvia ha deciso di defilarsi, allontanandosi anche da Milano (così come la sua famiglia). Oggi la giovane vive in una paese alle porte della metropoli, fa l'insegnante e si è sposata con un amico di infanzia ad ottobre scorso, con rito islamico.

L'amore

Paolo, suo coetaneo, era amico di Silvia da quando erano bambini, poi le loro strade - come spesso accade - si sono separate. Finché lui, colpito dalla vicenda, l'ha ricontattata. E' ripresa così la frequentazione ed è scattato l'amore, sigillato dal matrimonio segreto con rito islamico, che anche lui ha abbracciato, celebrato in autunno. Pare Romano abbia finalmente trovato serenità, ma ad un prezzo molto alto: abbandonare la sua casa e la sua città, per allontanarsi da quella cappa di odio e giudizio che non le dava tregua. Ora vuole solo andare avanti, lontana il più possibile dall'attenzione mediatica.