SABATO 14 AGOSTO

Sabato i volontari distribuiranno anguria, ghiaccioli, gelati e acqua fresca dalle ore 12 in piazza Duca D’Aosta

Un gazebo sarà posizionato da Fondazione Progetto Arca vicino alla “Mela” di Pistoletto.

Sabato i volontari distribuiranno anguria, ghiaccioli, gelati e acqua fresca dalle ore 12 in piazza Duca D’Aosta
Attualità Milano, 13 Agosto 2021 ore 11:34

Sabato i volontari distribuiranno anguria, ghiaccioli, gelati e acqua fresca dalle ore 12 in piazza Duca D’Aosta

Sabato i volontari distribuiranno anguria, ghiaccioli, gelati e acqua fresca dalle ore 12 in piazza Duca D’Aosta

Sabato 14 agosto Fondazione Progetto Arca dà appuntamento dalle ore 12 in piazza Duca D’Aosta a Milano a chi è rimasto solo in città, trascorrendo molte ore in strada sotto il sole, per festeggiare il Ferragosto insieme ai volontari che distribuiranno anguria, ghiaccioli, gelati e acqua fresca.

L'iniziativa

Un gazebo vicino alla “Mela” di Pistoletto sarà ben visibile sulla piazza e accanto sarà presente, per assicurare la refrigerazione, il food truck della Cucina Mobile, che prosegue ogni sera nel distribuire 120 pasti alle persone senza dimora della città. Monoporzioni sigillate con cubetti di anguria fresca, ghiaccioli di vari gusti e gelati tipo “cornetto” sono stati preparati dalla cucina di Progetto Arca e saranno distribuiti dai volontari per dare un segno di presenza e un gesto concreto di sollievo a chi ha più bisogno. Insieme, saranno distribuite anche bottigliette di acqua fresca: durante tutta l’estate sono in tutto 15mila le bottigliette consegnate dalle Unità di strada nei punti chiave della città.

Alberto Sinigallia

“È questa una piccola ma significativa iniziativa, per noi importante per testimoniare la nostra vicinanza alle persone in difficoltà. Una delle tante piccole e grandi azioni che abbiamo concretizzato nell’ultimo anno, ancora segnato da emergenza economica, sociale e alimentare” commenta Alberto Sinigallia, presidente di Progetto Arca. “Da 27 anni la nostra mission è portare aiuto alle persone povere ed emarginate, come senzatetto e famiglie fragili. Il Covid non è riuscito a fermarci, anche se ci ha messo a dura prova e noi abbiamo reagito ideando nuove forme di sostegno e intervento per continuare a esserci lì dove serviamo, garantendo tutti i servizi di accoglienza, intensificando le Unità di strada e moltiplicando gli aiuti alimentari alle famiglie. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione con i tanti enti e istituzioni, e alla nostra instancabile e meravigliosa squadra dove ogni volontario, operatore e donatore fa la differenza!”.