il punto sulla prima tratta Linate-Forlanini

Ritarda la partenza di M4, Granelli: "Via verso la fine del 2022"

"Per la stazione di Dateo il termine lavori previsto è settembre 2022: a questa data vanno aggiunti i tre mesi di ritardo dovuti alla chiusura del Covid", ha spiegato l'assessore Granelli.

Ritarda la partenza di M4, Granelli: "Via verso la fine del 2022"
Attualità 29 Luglio 2021 ore 13:02

Ritarda la partenza di M4, Granelli: "Via verso la fine del 2022".

Ritarda la partenza di M4, Granelli: "Via verso la fine del 2022"

Verso la fine del 2022 la linea raggiungerà Dateo

E' ancora ridotto il numero di passeggeri sull'aeroporto di Linate

Per la stazione di Dateo il termine lavori previsto è settembre 2022 a cui vanno aggiunti tre mesi di ritardo (Covid)

Ok anche dalla Lega

Il consigliere comunale della Lega Gabriele Abbiati ha affermato: "Sono d'accordo con la decisione presa, aprire queste tre fermate non aveva alcun senso. Anche solo aver valutato l'opportunità di aprire le fermate non sarebbe stato saggio. Mi stupisco che il sindaco, però, più tardi di qualche mese fa avesse annunciato che si sarebbe valutata l'apertura".

I torrini saranno ridotti di 2 metri per mitigare impatto

Ad annunciarlo è stato l'assessore alla Mobilità Marco Granelli questo pomeriggio nel corso di una commissione consiliare online convocata per comunicare ai residenti la soluzione che servirebbe a mitigare l'impatto dei torrini. Granelli ha spiegato: "Avevamo chiesto ad Ats la possibilità di lavorare sull'altezza dei torrini per mitigare l'impatto e dopo diverse interlocuzioni con Ats e M4 siamo arrivati a questa soluzione di riduzione dell'altezza su cui stiamo lavorando. L'ipotesi attuale è di ridurre a quattro metri i torrini di alcune località che lo consentono per determinate specificità".

I torrini che saranno interessati alla riduzione

In particolare i torrini che potrebbero subire la riduzione saranno per la tratta ovest quello posizionato in via Segneri in prossimità delle case Erp, i torrini delle fermate Washington e Bolivar (in via Foppa) e quello adiacente alla stazione California. Mentre per la tratta centrale saranno ridotti i torrini della fermata Sant'Ambrogio di via San Vittore, di De Amicis, Vetra e San Babila.

Una riduzione più consistente (fino a 3 metri) potrà interessare la zona Sforza Policlinico

Una riduzione "più consistente, che potrebbe raggiungere i tre metri", ha aggiunto Granelli, "ci auguriamo possa riguardare la zona Sforza Policlinico, su cui c'è un'interlocuzione con la Soprintendenza". L'ingegnere di M4 Marco di Paola ha precisato che "per l'altezza reale dei torrini bisogna tenere conto della copertura di un metro e mezzo. I torrini sono per legge alti sei metri, più il metro e cinquanta di copertura. Quindi la riduzione a cui stiamo lavorando farà abbassare le strutture a 4 metri, più il metro e mezzo di copertura. Per cui l'altezza complessiva sarà di 5,5 metri".

Ancora insoddisfatti i residenti: "i torrini vengano spostati"

Contrari alla soluzione i rappresentanti dei residenti che sono intervenuti in commissione. "La soluzione di ridurre i torrini non basta: ci siamo ritrovati di fronte casa dall'oggi al domani dei veri e propri mostri. Chiediamo che i torrini vengano spostati", hanno richiesto.

"Recuperare due metri è positivo, ma non è sufficiente. Capiamo la difficoltà di modificare un progetto che è già stato finanziato, ma bisogna fare uno sforzo per risolvere il grosso problema che è stato causato ai residenti"; ha commentato il consigliere comunale della Lega Gabriele Abbiati che si è fatto carico di richiedere nelle scorse settimane la convocazione della commissione alla presenza dei residenti.