Attualità
lo stato dei lavori

Rilievi sulla Galleria Vittorio Emanuele II per intervento di restauro

I tecnici della società specializzata in analisi strutturali e un pool di ingegneri saranno all’opera fino al 23 febbraio.

Rilievi sulla Galleria Vittorio Emanuele II per intervento di restauro
Attualità Milano, 03 Febbraio 2022 ore 15:09

Rilievi sulla Galleria Vittorio Emanuele per intervento di restauro.

Rilievi sulla Galleria Vittorio Emanuele per intervento di restauro

MILANO - Check up in corso per la copertura della Galleria Vittorio Emanuele II, con prelievi di campioni, analisi di laboratorio, e infine il referto: di notte, dalle 22 all’alba, i tecnici di una società specializzata in analisi strutturali e un pool di ingegneri saranno all’opera fino al 23 febbraio per verificare le condizioni e il comportamento degli elementi in ferro e vetro che compongono le volte dei bracci e la cupola dell’Ottagono.

I passaggi del lavoro di monitoraggio su Galleria Vittorio Emanuele II

È il passaggio necessario per l’avvio del restauro vero e proprio. Lo studio diagnostico (aggiudicato per 242mila euro) ha preso il via sul braccio minore verso via Silvio Pellico, sta proseguendo su quello principale verso piazza della Scala, e nelle prime tre notti della prossima settimana passerà all’Ottagono, con rilievi che proseguiranno anche il 15 e il 16 febbraio.

Toccherà poi al braccio minore verso via Foscolo (16-18 febbraio) e infine a quello maggiore verso piazza Duomo, fra il 21 e il 23 febbraio. Sono previsti rilievi dall’interno, attraverso elevatori per arrivare in quota, e dall’esterno, con tecnici che raggiungeranno le strutture vetrate dai tetti della Galleria. Verranno prelevati provini di 20 centimetri per un centimetro di larghezza per le analisi di laboratorio.

Il referto entro marzo e poi via ai lavori

L’indagine ha il compito di esaminare, ad esempio, i fenomeni corrosivi sulle strutture metalliche e il conseguente degrado strutturale degli arconi e delle centine, o di testare la resistenza ai carichi statici.

Il referto è atteso dall’amministrazione entro marzo: sulla base degli esiti e con l’approvazione della Soprintendenza verrà redatto il progetto per gli interventi di consolidamento e restauro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter