Attualità
Per non dimenticare

Nonostante la guerra Milano ricorda i Giusti e il bene fatto: gli appuntamenti

A Milano, giovedì 3 marzo 2022 iniziano le celebrazioni per la giornata europea dei Giusti con un doppio appuntamento milanese.

Nonostante la guerra Milano ricorda i Giusti e il bene fatto: gli appuntamenti
Attualità Milano, 02 Marzo 2022 ore 12:58

A Milano, giovedì 3 marzo 2022 iniziano le celebrazioni per la giornata europea dei Giusti con un doppio appuntamento milanese.

(In copertina immagine di repertorio)

Ricordare i Giusti durante una guerra

Al Giardino dei Giusti di tutto il mondo e a Palazzo Marino, insieme alla senatrice a vita Liliana Segre, l'onorevole Laura Boldrini, il Sindaco Giuseppe Sala, la special adviser per i genocidi dell'ONU Alice Wairimu Nderitu, ci saranno anche i rappresentanti dei nuovi Giusti onorati: Raphael Lemkin, Henry Morgenthau, Aristides de Sousa Mendes,Evgenija Solomonovna Ginzburg, Godeliève Mukasarasi e Ilham Tohti. Quest'anno il tema è quello di prevenire i genocidi e le atrocità di massa, ricordando anche David Sassoli, uno dei primi sottoscrittori a Strasburgo.

Sono passati ormai dieci anni da quando, nel 2012, con l'appello della fondazione Gariwo e con la ratifica dei cittadini e degli esponenti del mondo della cultura, si decise di stabilire il 6 marzo come giornata della cultura.
In Europa ogni anno il 6 Marzo viene rimembrato l'esempio degli equamini, ovvero quelle persone che hanno trasmesso al mondo intero i seguenti valori: responsabilità, tolleranza e solidarietà.
Nel 2017 con la firma di Sergio Mattarella questa festa è diventata solennità civile.
Quest'anno la giornata dei giusti cade in un momento particolarmente difficile per il nostro pianeta. Le storie dei Giusti, che hanno l'intento di inserire nel dibattito la prevenzione dei conflitti attraverso il ricordo del bene fatto, sono in netto contrasto con la guerra appena scoppiata in Ucraina.

Il commento di Elena Buscemi

In base a questo argomento è intervenuta la Presidente del Consiglio comunale Elena Buscemi dicendo:

"Sono passati dieci anni da quando il Parlamento Europeo accolse l'appello di Gariwo per istituire la Giornata europea dei Giusti, Dieci anni in cui a Milano e nel mondo, grazie al lavoro di tanti, sono nati i Giardini dedicati ai Giusti, dove sono rifiorite le storie di chi ha speso la propria vita per gli altri. Storie a volte conosciute, spesso nascoste, ma di cui il mondo ha evidente bisogno per emanciparsi dalla cultura dell'odio, dell'intolleranza, della violenza".

Le iniziative di Milano

Per agevolare la presenza degli studenti le celebrazioni si terranno nella mattinata del 3 Marzo 2022  alle 10 con l'obbiettivo di onorare i nuovi Giusti al Giardino del Monte Stella mentre alle 15:30 nella Sala Alessi del Comune di Milano (piazza della Scala, 2), si terrà il convegno internazionale, "Mai più genocidi. Il comandamento morale dei Giusti".
Per chi volesse conoscere meglio da vicino questi personaggi ci sarà alle 10:30 di domenica 6 Marzo la visita guidata gratuita nel giardino dei giusti a Milano.

I giusti onorati quest'anno

Giovedì 3 Marzo alle 10:00 verranno onorati in una cerimoni i giusti:

  • Raphael Lemkinun avvocato e giurista polacco, noto soprattutto per aver coniato il termine genocidio,
  • Henry Morgenthau che denunciò e genocidio e aiutò i profughi armeni,
  • Aristides de Sousa Mendes che tra il 16 e il 18 giugno del 1940 salvò la vita a migliaia di ebrei e altri perseguitati,
  • Evgenija Solomonovna Ginzburg testimone che racconta il suo viaggio nei gulag,
  • Godeliève Mukasarasi che ha lottato contro il genocidio in Ruanda,
  • Ilham Tohti condannato all'ergastolo per avere difeso i diritti uiguri.

Saranno anche consegnate, durante la cerimonia, le pergamene in onore dei Giusti scelti dalla società civile: Achille Castelli, il Patriarca Kiril di Bulgaria - Konstantin Markov kostantinov ed infine Caterina Stiffoni Berengo Gardin, figlia di Giulia Galletti Stiffoni.

Interventi e presenze

Alla fine della cerimonia ci saranno gli interventi di: Elena Buscemi, Gabriele Nissim, presidente di Gariwo; Liliana Segre, Laura Boldrini, presidente del Comitato permanente sui diritti umani nel mondo, Alice Wairimu Nderitu, special adviser dell'Onu per i genocidi, Pietro Kuciukian, console onorario della Repubblica d'Armenia in Italia; Mordecai Paldiel, già direttore del dipartimento dei Giusti di Yad Vashem; Godeliève Mukasarasi, Giusta sopravvissuta al genocidio in Ruanda; Laura Rossi, professoressa associata di letteratura russa presso l'Università degli Studi di Milano e socia di Memorial Italia.
Parteciperanno inoltre il Sindaco di Salonicco Athanasios Vritkas, David Saltiel, presidente del Comitato centrale delle Comunità ebraiche in Grecia, e Tsovinar Hambardzumyan, ambasciatrice della Repubblica d'Armenia in Italia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter