Attualità
acceso dibattito

Milano dice sì alla legalizzazione della Cannabis, mozione approvata in Consiglio

La consigliera leghista Giovanati ha chiesto ai colleghi di sottoporsi al test del capello, di tutta risposta Nahum ha annunciato che se questa proposta passerà si fumerà una canna e le donerà una ciocca di capelli.

Milano dice sì alla legalizzazione della Cannabis, mozione approvata in Consiglio
Attualità Milano, 16 Marzo 2022 ore 10:25

Milano vuole legalizzare la cannabis: la mozione è stata approvata in consiglio comunale lunedì 14 marzo 2022, con il benestare del primo cittadino Beppe Sala.

Milano dice sì alla legalizzazione della Cannabis

Il Consiglio comunale di Milano lunedì 14 marzo ha votato a favore della 'legalizzazione' delle cannabis, dopo una discussione lunga e articolata che ha visto il centrosinistra favorevole (e non solo), contrapposto a Lega totalmente contraria.

La mozione, avanzata dal consigliere del Pd Filippo Barberis, è stata appoggiata e votata da Beppe Sala, dalla sua Giunta e dall'ala liberale del centro destra venendo così approvata nonostante la contrarietà dei consiglieri leghisti. Con l'approvazione della proposta i consiglieri comunali di Milano hanno ufficialmente dato mandato al sindaco e alla giunta «di attivarsi con il Parlamento e presso tutte le sedi opportune per sostenere la necessità di approvare un disegno di legge sulla legalizzazione della produzione e del consumo di cannabis e suoi derivati».

La proposta del test del capello avanzata dalla consigliera leghista Giovanati

Durante la seduta la consigliera della Lega Deborah Giovanati ha invitato le colleghe e i colleghi a farsi il test del capello, per non mandare un messaggio di banalizzazione del problema ai cittadini. Di tutta risposta il consigliere democratico Daniele Nahum, firmatario della proposta, ha avvertito che se dovesse passare questa richiesta si fumerebbe una canna davanti a Palazzo Marino prima di donare alla collega una ciocca di capelli, come simbolo di disobbedienza civile.

"Durante il dibattito su un ordine del giorno con cui la maggioranza chiede la legalizzazione della cannabis, una consigliera comunale della Lega ha proposto l’analisi del capello per le colleghe e i colleghi per sapere se utilizzano sostanze stupefacenti. Ho dichiarato in Aula che per disobbedienza civile mi fumerò una canna davanti a Palazzo Marino e poi cederò una ciocca di capelli alla Consigliera della Lega."

Sala favorevole alla legalizzazione della Cannabis

Intercettato ieri al termine di una presentazione della seconda edizione degli stati generali della natalità Beppe Sala, interpellato sul tema, ha dichiarato di essere favorevole alla legalizzazione della cannabis per colmare il vuoto attuale, pur rispettando l'idea contraria dei colleghi leghisti (come il suo ex sfidante Luca Bernardo, dichiaratamente contrario).

In merito alla proposta del test del capello avanzata dalla consigliera Giovanati il primo cittadino milanese ha dichiarato di non trovarla utile, ritenendo la situazione un problema concreto e di coscienza a cui è possibile rimediare solo col dibattito.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter