Menu
Cerca
Anpi: Intervenga il Comune

Loggia dei mercanti: restyling completato, ma è polemica sul degrado

Il presidente di Anpi Milano Cenati sollecita rapidi interventi da parte di Palazzo Marino.

Loggia dei mercanti: restyling completato, ma è polemica sul degrado
Attualità Milano, 18 Maggio 2021 ore 11:31

Loggia dei mercanti: restyling completato, ma è polemica sul degrado.

Loggia dei mercanti: restyling completato, ma è polemica sul degrado

MILANO - Curato da Cini Boeri, scomparsa lo scorso settembre, è concluso il restyling della Loggia dei Mercanti per farne un luogo della memoria della Liberazione con la collocazione di due lastre di vetro, con incisi testi di Primo Levi e Vittorio Foa, e una serie di sedute in pietra.

La polemica sul degrado: la denuncia del presidente di Anpi Milano

"Continua il degrado alla Loggia dei Mercanti. Intervenga il Comune, non vogliamo che il nostro sforzo di riqualificazione sia vanificato dal mancato intervento delle pubbliche autorità, a tutela di un prezioso bene pubblico che dovrebbe essere particolarmente caro a tutti i milanesi". Lo dichiara il presidente di Anpi Milano Roberto Cenati che sollecita rapidi interventi da parte di Palazzo Marino.
"Purtroppo nel pomeriggio di domenica 16 maggio abbiamo riscontrato che le installazioni da noi fortemente volute vengono utilizzate come bivacchi che trasmettono immagini di degrado e di abbandono, degrado e abbandono che si sta ormai trascinando da decenni.

Le richieste di Roberto Cenati al Comune

Chiediamo al Comune di Milano, come abbiamo fatto nel corso della cerimonia di inaugurazione del 13 maggio scorso, alla presenza del Sindaco, il potenziamento dell'illuminazione centrale della Loggia (rilevante deterrente al degrado), - spiega Cenati - l'installazione di telecamere di videosorveglianza, un presidio fisso della polizia locale, la pulizia della Loggia, straordinario angolo medioevale di Milano e luogo importantissimo della Memoria, della storia e della cultura di Milano.

Per la riqualificazione Anpi ha donato 50.000 euro

L'Anpi provinciale di Milano ha donato (con un costo che supera i 50mila Euro) la realizzazione del progetto della partigiana e architetto Cini Boeri al Comune e alla nostra città. La riqualificazione della Loggia, consistente in due lastre di vetro stratificato con frasi di Primo Levi e di Vittorio Foa e il posizionamento di 20 sedute in pietra grigia (beola), è rivolto ai milanesi, con particolare riguardo alle giovani generazioni, perchè riflettano sull'importanza dei valori dell'antifascismo, della Resistenza e della Costituzione.

La Loggia deve diventare un luogo di riflessione

La Loggia dei Mercanti non è luogo di bivacco, ma di riflessione sui valori fondanti della nostra democrazia. Deve diventare sempre più meta per i ragazzi delle scuole milanesi, ciascuna delle quali potrebbe adottare il nome di uno dei 1739 nomi di Combattenti per la Libertà che sono incisi sotto le arcate e approfondirne la biografia", conclude il presidente Anpi Provinciale di Milano.

Il presidente del Municipio 4 commenta le richieste dell'Anpi

"Per una volta, sono d'accordo con il presidente dell'Associazione partigiani, al quale però vorrei ricordare che episodi simili - anzi, spesso pure peggiori - sono all'ordine del giorno in molte piazze, giardini, aree verdi di Milano, soprattutto nei quartieri di periferia. Ora, se è giusto - come è giusto - che si tuteli il decoro nella centralissima Loggia dei Mercanti, allo stesso modo si deve alzare con ugual forza la voce per via Nervesa, via San Dionigi, piazza Gabrio Rosa (e potrei proseguire la lista)".
Così il presidente del Municipio 4 Paolo Bassi, commentando la richiesta avanzata al Comune dal presidente dell'Anpi Roberto Cenati affinché l'Amministrazione garantisca il decoro e la sicurezza dell'area dedicata alla Resistenza da poco riqualificata. "Quando siamo noi ad avanzare richieste speculari a quelle di Cenati, spesso siamo tacciati di squadrismo, di 'protestare contro la povertà' o di voler 'militarizzare le strade'. - spiega Bassi -
Si tratta invece, solo di una sacrosanta richiesta di #decoro, che deve essere garantito a prescindere da quanto la zona disti da piazza del Duomo e se ci siano o meno monumenti nei pressi. Presidente Cenati, benvenuto fra i #populisti che invocano più sicurezza, più videosorveglianza, più pulizia, maggiore presenza di agenti della Polizia locale sul territorio".

De Chirico (Forza Italia): "piazza Duomo in balia di bande di ragazzini"

"Da ormai un anno, piazza del Duomo è in balia di bande di ragazzini perdigiorno che anziché andare a scuola o collegarsi alla DAD passano le loro giornate nel centro di Milano a bivaccare. Più volte i commercianti della piazza più prestigiosa di Milano e quelli di via Dante hanno segnalato la questione che ho riportato in Consiglio comunale e sulla stampa.
Recentemente avevo chiesto una commissione per affrontare il tema del restyling della Loggia dei Mercanti perché, purtroppo, prevedevo il peggio. Da luogo della memoria a luna park sede di bivacchi e di spaccio, a cui io stesso ho assistito. Chissà se nella sua visione Cini Boeri pensava questo scempio? La vicesindaco Scavuzzo non sa nemmeno quello che succede a pochi passi da Palazzo Marino, povera Milano!" Così in una nota Alessandro De Chirico, consigliere comunale di Forza Italia.